Legendi messicana

Quandu si parla di legende messicane, si parla di tradizioni è aneddoti di un populu anticu. Ùn pudemu micca scurdà chì, assai prima di l'arrivu di i Spagnoli, a cultura era digià esistita in a zona olmec è dopu u Maya è quellu riprisentatu da l'Aztecs.

Fruttu di a sintesi di tutte queste civilisazioni hè a storia di u Messicu è, benintesa, ancu e so leggende. In questu modu, alcuni di quelli chì vi diceremu anu e so radici in e culture precolombiane, mentre chì altri apparsu più tardi, quandu e tradizioni preispaniche si sò unite à l'arrivi da u Vechju Continente. Se vulete sapè di più nantu à u Legendi messicana, vi invitemu à cuntinuà à leghje st'articulu.

Legende messicane, da l'Olmechi à oghje

A tradizione legendaria di u Messicu hè assai ricca è variata. Include storie chì anu da fà cù e stelle, cù a nascita di e grandi cità, cù i so costumi tipichi (eccu un articulu annantu à elli) è ancu cù e credenze è i riti di l'abitanti di u paese. Ma, senza altru, vi cunteremu alcune di ste storie.

A legenda di Popo è Itza

Popo è Itza

Snowy El Popo è Itza

Da DF pudete vede dui di i vulcani più alti di u paese: u Popocatepetl è u Itzaccíhuatl, chì chjameremu, per simplicità, u Popo è u Itza. Tramindui sò prutagunisti di sta storia, una di e tante leggende messicane d'origine azteca.

Quandu sta cità hè ghjunta in a zona, hà creatu u grande Tenochtitlan, nantu à quale a cità di Messicu si trova oghje. In ella hè nata a principessa Mixtli, chì era a figliola di Tozic, imperatore di l'Aztecs. Ghjuntu à l'età di u matrimoniu, hè stata rivendicata, frà parechji altri, da Axooxco, un omu crudele.

Eppuru hà amatu u guerrieru Popoca. Ellu, per esse degnu di quessa, duvia diventà un cunquistatore è uttene u titulu di Eagle Knight. Andò in cumbattimentu è era assente per un bellu pezzu. Ma una notte, Mixtli sunniava chì u so amante era mortu in a lotta è si hè pigliatu a so vita.

Quandu Popoca hà vultatu anni dopu, hà trovu chì a so amata era morta. Per rendeli omagiu, l'hà intarrata in una tomba tamanta nantu à a quale hà postu dece colline è hà prumessu di stà cun ella per sempre. Cù u tempu, a neve hà cupertu à tempu u tumulu funerale Mixtli è u corpu di Popoca, dendu origine à l'Itza è u Popo.

A legenda cuntinua chì u guerrieru hè sempre innamuratu di a principessa è, quandu u so core trema, u vulcanu espelle fumarole.

La Llorona, una legenda messicana assai pupulare

La Llorona

Recreazione di La Llorona

Cambiemu l'era, ma micca l'area per cuntà a legenda di La Llorona. Dice chì, in tempi culuniali, una ghjovana donna indigena hà avutu una relazione cù un signore spagnolu da u quale sò nati trè figlioli.

Ancu s’ella avia l’intenzione di spusà u so amante, hà preferitu fà la cù una signora spagnola è a zitella nativa hà persu a mente. Dunque, marchjò à u Lago di Texcoco, induve hà annegatu i so trè figlioli è poi si hè lampata. Da tandu, ci sò parechji chì dicenu avè vistu in l'ambienti di a laguna una donna vestuta di biancu chì si lamenta di a trista sorte di i so figlioli è finisce per vultà in Texcoco per immerse in e so acque.

Isula di e Bambole

Isula di e bambole

Isula di e Bambole

E bambole anu sempre avutu una doppia faccia. Da una parte, servenu per i più chjuchi à ghjucà. Ma, invece, in certe situazioni anu qualcosa di misteriosu. Hè precisamente ciò chì accade in l'isula di e Dolls.

Si trova in a zona di Xochimilco, solu à vinti chilometri da a Città di Messicu. Ci pudete ghjunghje attraversendu i canali in curiose barche tradiziunali chjamate trajineras.

U fattu hè chì L'Isula di e Bambole hè a scena di leggende spaventose. D'altra parte, quellu chì spiega a so origine hè simplicemente triste perchè tuttu nasce da una zitella chì s'hè annegata.

Don Julian Santana era u pruprietariu di e piantazioni (in lingua Nahuatl, chinampas) induve hè statu trovu u corpu di a ghjovana donna. L'impressionante pruprietariu di a terra hà cunvintu ch'ella li paria è, per spaventalla, hà cuminciatu à piazzà bambole in tuttu u so duminiu.

Curiosamente, a legenda cuntene chì avà hè Don Julián chì vultà di tantu in tantu per piglià cura di e so bambole. In ogni casu, sè vo osate visità l'isula, vedrete chì hà un aria veramente misteriosa è cupa.

U carrughju di u basgiu di Guanajuato, una legenda messicana piena di lirismu

U carrughju di u Basgiu

Basgià alley

Avemu viaghjatu avà in a cità di Guanajuato, capitale di u statu di u listessu nome è situata in u centru di u paese, per parlà di sta legenda romantica messicana. Specificamente ci riferemu à u ruellu di u baciu, una piccula strada larga solu 68 centimetri chì i so balconi sò, dunque, guasgi incollati.

Era precisamente in elli chì Carlos È Ana, una coppia innamurata chì a so relazione hè stata pruibita da i so genitori. Quandu u babbu di a zitella hà sappiutu ch'ella l'avia disubbiditu, l'hà tombu ficchendu un pugnale in u spinu.

Carlos, videndu u cadaveru di a so amata, li basgiò a manu chì era sempre calda. A legenda ùn finisce quì. Duvete sapè chì, se visitate Guanajuato cù u vostru cumpagnu, duvete basgià à u terzu passu di a strada. Se fate, secondu a tradizione, uttene sette anni di felicità.

A Mulata di Veracruz

Castellu di San Juan de Ulúa

Fortezza di San Juan de Ulúa

Avemu avà passà à Veracruz (eccu un articulu nantu à ciò chì si pò vede in sta cità) per cuntà un'altra storia sentimentale, ancu se in stu casu di ghjelusia è vendetta scura. Sta legenda messicana conta chì una donna mulatta bella quant'ella era d'origine scunnisciuta campava in a cità.
Tale era a so bellezza chì ella surtia raramente in strada per ùn svegliare pettegolezzi. Tuttavia, era impossibile evità li. È a ghjente hà cuminciatu à dì chì l'avianu puteri di stregoneria. Questu hà cuminciatu à suscità i dispiacimenti di i so concittadini.

Tuttavia, Martin de Ocaña, u merre di a cità, s'era innamuratu pazza di ella. Li hà ancu offertu tutti i generi di ghjuvelli per ch'ella si maritessi. Ma u mulatteru ùn hà micca accettatu è hè stata a so cascata. Disgustatu, u suvranu l'accusò d'avè datu à ellu una magia magica per falà in e so reti.

Di fronte à tali accusazioni, a donna era chjusa in u Fortezza di San Juan de Ulúa, induve hè stata ghjudicata è cundannata à more brusgiata davanti à tutte e persone. Aspittendu a so punizione, hà cunvintu un guardianu di dalli una creta o gis. Cù ella, hà tiratu una nave è hà dumandatu à u carceliere ciò chì mancava.

Questu risponde chì navigate. Tandu, a bella donna mulattera hà dettu "fighjate cumu si face" è, cù un saltu, hè cullata nantu à a barca è, davanti à u sguardu stupitu di a guardia, si n'hè andata à l'orizonte.

Principessa Donaji, un'altra leggenda tragica messicana

Una piramide zapotea

Piramide zapotea

Questa altra legenda chì vi purtemu appartene à u folklore di u statu di Oaxaca è ricolla à i tempi precolombiani. Donaji Era una principessa zapoteca, nipote di u rè Cosijoeza. À quellu tempu, sta cità era in guerra cù i Mixtecs.

Per questa ragione, anu pigliatu a principessa in ostagiu. Tuttavia, essendu minacciati da i so avversarii, l'anu decapitata, ancu se ùn anu mai dettu induve l'avianu intarratu u capu.

Parechji anni dopu, un pastore di a zona induve hè oghje Santu Agustinu di Ghjuntas era cù u so bestiame. Truvatu un preziosu gigliolu è, ùn vulendu micca dannà la, hà sceltu di scavà la cù a so radica. À a so surpresa, quandu si graffiò, apparisce una testa umana in perfettu statu. Era di a principessa Donaji. Cusì, u so corpu è a so testa eranu uniti è sò stati purtati à u Tempiu Cuilapam.

A legenda di u Gallo Maldonado

Vista di San Luis de Potosi

San Luis de Potosi

Ùn smetterà di stupisce quante leggende messicane anu da fà cù delusioni d'amore. Ebbè, questu chì vi purtemu per finisce u nostru giru hè ancu ligatu à un core spezzatu.

Luis Maldonado, più cunnisciutu cum'è Gallo Maldonado, era un ghjovanu pueta chì stava in San Luis de Potosi. Era di classe media ma s'era innamuratu di Eugenia, chì appartenia à una famiglia ricca. Avianu una relazione durevule, ma un ghjornu a ghjovana donna li disse chì stava finendu u so romanzu è micca di circalla di più.

Deprimitu da questu, u ghjovanu innamuratu si deteriorava, cambiendu di bevande per poesie, finu à chì si ammalò è morse. Tuttavia, à a surpresa di i so parenti, un ghjornu qualchissia hà pichjatu à a porta di a casa è si hè rivelatu Maldonado. Ùn hà micca spiegatu ciò chì era accadutu, li hà dettu solu ch'ellu avia u fretu è chì si lasciava entre.

L'anu fatta, ma u disgraziatu giuvanottu riprende prestu a so vita bohema è degradante. Questu durò un pezzu, finu à chì, torna, u Maldonado Gallo scomparissi, sta volta per sempre. Ùn l'anu mai più intesu parlà.

Ma avà vene u megliu di a storia. Alcune coppie innamurate chì anu camminatu u so amore per u centru storicu di San Luis de Potosí i ghjorni di luna piena l'anu dettu u Gallo Maldonado li era apparutu per recità una puesia sentimentale.

In conclusione, vi avemu dettu alcuni di i numerosi Legendi messicana chì marcanu u folklore di u paese Azteca. Ma puderiamu parlà di parechji altri. Ancu sì solu in passaghju, vi citeremu ancu quellu di corn find da parte di l'Aztecs, quella di u Charro Negro, quellu di manu nantu à a fence, u di u carrughju di u zitellu persu o quellu di u serpu piumatu o Quetzalcoatl.

Vulete riservà una guida?

U cuntenutu di l'articulu aderisce à i nostri principii di etica edituriale. Per signalà un errore cliccate quì.

Sianu the first to comment

Lasciate u vostru cummentariu

U vostru indirizzu email ùn esse publicatu. campi, nicissarii sò marcati cù *

*

*