Cosa da vede in Jaén

Vista di Jaén

Si maravigghia ciò chì vede in Jaén Perchè vo vulete visità a cità andalusa, vi diceremu chì hà un patrimoniu monumentale impressiunanti. Questu hè statu cunfurmatu in tutta a so longa storia, chì include, almenu, da i tempi iberici, cum'è tistimunianza da u situ archeologicu di u Hill of the Plaza de Armas di Puente Tablas.

In seguitu, Jaén seria a capitale Santu regnu finu à u XNUMXu seculu. Ma, in più, a cità andalusa si trova in un ambiente privilegiatu, à u pede di u collina di Santa Catalina è u Monte Jabalcuz, in quale avete parechji chjassi di caminata, è circundatu da uliveti. Se vulete scopre ciò chì vede in Jaén, vi invitamu à cuntinuà à leghje.

Cattedrale di l'Assunta

A cattedrale di Jaén

Cattedrale di l'Assunta in Jaén

Hè un tempiu imponente di Stile rinascimentale, ancu s'è a so facciata hè unu di i ghjuvelli di u Baroccu spagnolu. Dichjarata Munumentu Storicu Culturale, a so custruzzione principia à u XVImu seculu è durò per i seculi dopu. Inoltre, dopu à u terrimotu in Lisbona, avia da esse restauratu. Ma, se u so esterno hè bellu, hè ancu più spettaculare ciò chì pudete vede in l'internu.

Per esempiu, u coru neoclàssicu, chì hè unu di i più grandi in Spagna, è a sala capitularia, u travagliu di Andres de Vandelvira. Ma, sopratuttu, duvete visità l'internu reliquia di a Santa Face, cunzidiratu a vera faccia di Ghjesù Cristu. Hè a tela cù quale Veronica avissi asciuttu a faccia di u Signore durante a Passione.

Altri tempii è edifici religiosi da vede in Jaén

A basilica di Sal Ildefonso

Basilica di San Ildefonsu

Accantu à a cattedrale, avete assai altri edifici religiosi di enorma bellezza in a cità andalusa. À mezu à elli, u basilica di San Ildefonsu, di stile goticu è chì accoglie l'imaghjini di a Vergine di a Cappella, copatrona di Jaén. Vi cunsigliemu ancu di visità e chjese di Santa Maria Maddalena, l ' San Ghjuvanni Bautista, cunzidiratu u più anticu di a cità, o San Andres, chì accoglie u Santa Cappella, una sala di preghiera dedicata à l'Immaculata Cuncezzione.

Per d 'altra banda, ci sò ancu edifizii cunventu da visità in Jaén. À mezu à elli u Cunventu Reale di Santo Domingo, sede attuale di l'Archiviu Storicu Pruvinciali. A so facciata hè di stile manierista è hà una chjesa custruita in u XVImu seculu. Ma a meraviglia maiò chì si pò vede in stu munasteru hè u chiostru, cunsideratu u più grande di a cità è in u quale spiccanu e so sessanta culonne toscane è vintottu archi semicirculari.

Bagni Arabi è Palazzu di u Conte di Villardompardo

I bagni arabi

Bagni arabi di Jaén

U palazzu, custruitu in u XVImu seculu, hè una maraviglia Rinascimentu, ancu s'è a so porta principale hè stata fatta in u XIXmu seculu. Dintra, si spicca u patio cintrali cù una doppia galeria di culonne è à u quale si apre diverse stanze di l'edifiziu.

Inoltre, in u sotano di u palazzu pudete visità u vechju Bagni arabi, cunzidiratu u più grande cunsirvatu in Auropa, cù i so 450 metri quatratu. Datanu di l'XI seculu, anu parechje stanze decorate secondu i canoni di l'arti almoravide è almohade.

Accoglie ancu u palazzu Villardompardo, dui musei chì vi interessarà à vede. Sò i Naive Art International, basatu annantu à a cullezzione di u pittore Manuel Moraleè u d'Arti è Costumi Populari, chì hà un impurtante valore etnograficu.

Altri palazzi chì pudete vede in Jaén

U palazzu di i Vilches

Palazzu di i Vilches

Villardompardo ùn hè micca l'unicu edifiziu palazzu chì pudete vede in Jaén. In fatti, ricumandemu chì ùn mancate micca u preziosu Palazzu di i Vilches, cù a so imponente facciata Rinascimentale ; lu di u visconte de los Villares o u Conti-Duca, situatu accantu à u monasteru baroccu di Santa Teresa di Ghjesù ; lu palazzu pruvinciale, custruitu in u XIXmu seculu è chì hà una cullizzioni impurtante di pittura, o u Merria, chì hè inspiratu da u precedente, ma hè una gemma eclettica di l'architettura di u XXu seculu.

Ma, forsi, u palazzu u più originale è impressiunanti in Jaén hè quellu di u cuntestable Iranzu per u so spettaculare stile mudejar. Esempiu di a sopravvivenza di l'arti musulmani dopu a cunquista cristiana di a cità, se pudete, visitate a so sala impressiunanti cù aljarfe o tettu cù legnu intagliatu. Attualmente, hè a sede di a Biblioteca Municipale.

Castellu di Santa Catalina

Castellu di Santa Catalina

U castellu di Santa Catalina

Hè probabilmente u munumentu più cunnisciutu in Jaén. Hè situatu annantu à a cullina di u listessu nome è hè stata custruita in l'epica medievale nantu à i resti di una vechja fortezza araba. In fatti, u cumplessu hà, accantu à ellu, dui altri recinti : u Vechju Alcazar è u Aghju apertu, ancu s'è una bona parte di sti resti sò stati sguassati per custruisce u parador di turismo naziunale.

A torri di u castellu hè quaranta metri d'altezza è ind'è hà un centru di interpretazione. Ma, sopratuttu, da ellu avete una vista maravigliosa di Jaén è l'alivi è e muntagne chì circundanu a cità.

Cume, in u gruppu, u Cappella di Santa Caterina d'Alessandria, custruita trà i seculi XIII è XIV in stile goticu, è a croce, situatu in a parte più alta di a muntagna è chì hè un simbulu di a cità. In questu pudete ancu leghje un bellu sonetto di u pueta di Jaen Antonio Almonds Aguilar.

U Ghjudeu

Menorah

Menorah di l'orfani piazza

A cità hà avutu una prisenza ebraica durante dodici seculi è l'inseme di strade strette è ripide chì custituiscenu u so quartieru ebraicu sò parti di a reta. I camini di Sepharad accantu à cità cum'è Córdoba, Ávila, Béjar o Calahorra. Hè ancu cunnisciutu cum'è Quartieru di Santa Cruz è, trà i so edifici eccezziunali sò a casa Ibn Shaprut, i Carnicerías, sottu à quali si trovanu i bagni Naranjo, a menorah in a Plaza de los Orfanos è i resti di a porta di Baeza, una di l'entrate à u Muru.

Ma, forsi, l'elementu più impurtante di stu quartieru hè u Monasteru Reale di Santa Clara, XV seculu. Cum'è una curiosità, vi diceremu chì e donne chì anu da marità donanu ova à e monache Clarisse per passà un bellu tempu u ghjornu di u so matrimoniu.

Museu Ibericu

Museu Ibericu

Pezzi di u Museu Ibericu di Jaén

Hè una altra visita essenziale in Jaén, cum'è casa a più grande cullizzioni d'arte iberica in u mondu. Cuntene pezzi di siti archeologichi in tutta a pruvincia. À mezu à elli spicca quellu di Ponte di Tablas, chì avemu digià citatu. Ma anu ancu cuntribuitu numerosi ogetti quelli di Partita bianca in Porcuna, da Castulu in Linares, da Collina d'uccelli in Huelma o quellu di Torre di guardia in u Forte di u Re.

Vieux Hôpital de San Juan de Dios

Hospital San Juan de Dios

Chiostru di l'Hospital di San Juan de Dios

Finiremu u nostru giru di a cità in questu imponente edifiziu custruitu in u XVu seculu è poi andemu à parlà di l'intornu di Jaén. A so facciata tardu gotica è u so bellu patio in stile rinascimentale andalusu, cù giardini è una funtana centrale. Accantu à l'uspidale, pudete vede a cappella restauratu, ma cunservendu a so facciata di u XVIIImu seculu.

Parchi è circondu di Jaén

Vista di l'Alameda de los Capuchinos

Alameda de los Capuchinos in Jaén

Comu avemu dettu, a cità andalusa hà un locu privilegiatu è un ambiente assai bellu induve pudete fà interessanti percorsi escursionistici è in bicicletta. Frà elli quellu chì passa per u Monte Jabalcuz, chì avemu digià citatu è chì viaghja trà pini è alivi. S'è andate attraversu, vi vede ancu u bastimentu di u vechju spa è i so giardini, un gruppu di edifizii di grande valore architettonicu custruitu à u principiu di u XXmu seculu.

U chjassu chì passa per a cità vechja offre ancu belli paisaghji Muru cità medievale, quella chì porta à l'area recreativa di u Croce Chimba, induve ci hè una aula di natura, è quellu chì và Neveral Pine Forests, vicinu à u castellu di Santa Catalina.

Tuttavia, ùn hè micca bisognu di lascià Jaén per gode di a natura. A cità hà parechji parchi, assai di elli, in più, di grande bellezza. Forse u più bellu hè u Alameda de Capuchinos, chì data di u XNUMXu seculu è hà giardini in stile Rinascimentu è un viale cintrali pensatu per u viaghju in carru. Assai vicinu à ellu hè u Cunventu di a Cuncepzione Francescana o de las Bernardas, custruita in u XVImu seculu.

U Parcu di a Concordia, chì si trova accantu à u munumentu à e battaglie, dedicatu à quelli di Las Navas de Tolosa è Bailén è fattu da u scultore di Jaén Ghjacintu Higueras fr 1910.

Ma forsi u parcu più spettaculare in Jaén hè quella di Andrés de Valdenvira chì, cù i so centu mila metri quatratu, hè u più grande di tutta l’Andalusia. Hà più di dui mila spezie vegetali, stagni, funtani, un anfiteatru è ancu un campu di football. Hè u pulmone principale di a cità è ancu un spaziu induve pudete fà attività sportive.

In cunclusioni, avemu parlatu cun voi ciò chì vede in Jaén. Comu avete vistu, a cità andalusa vi offre parechje attrazioni. Hà monumenti magnifichi, una natura privilegiata è assai animazione. Riguardu à questu, in più, pudete gode di a gastronomia magnifica è di parechji zone di tapas, un classicu in Jaén. Trà i platti tipici chì pudete tastà in a cità andalusa, ci sò prelibatezze cum'è l'insalata di pepite arrusti, a pipirrana, l'espinaci d'asparagus à a Jaén, u stufatu di fagioli è melanzane o u baccalà cù cipolle. Senza scurdà di dolci cum'è pestiños, alfajores o ochíos. Ùn vogliu micca gode di sta bella capitale andalusa ?

Vulete riservà una guida?

U cuntenutu di l'articulu aderisce à i nostri principii di etica edituriale. Per signalà un errore cliccate quì.

Sianu the first to comment

Lasciate u vostru cummentariu

U vostru indirizzu email ùn esse publicatu. campi, nicissarii sò marcati cù *

*

*