Legends of Galicia

E leggende di a Galizia rispondenu à l'idiosincrasia di un territoriu cù centinaia d'anni di storia. U so clima scuru è piuviosu, e so coste aspre è e so valli prufonde boscose si prestanu ancu maravigliosamente à l'apparizione di fole mitiche è cupe.

Dunque, ùn hè micca per casu chì a Galizia hè un locu pienu di storie legendarie. Certi anu e so radiche in a nebbia di u tempu è, curiosamente, sò in leia cù storie simili nate in u centru è u nordu di l'Europa. Altri, invece, sò veramente indigeni è rispondenu à i più puri antica mitulugia. Se vi piace u mondu miticu, vi invitemu à cuntinuà à leghje, postu chì vi parleremu di alcune di e leggende più peculiare è famose di a Galizia.

Legends of Galicia: Un patrimoniu urale straurdinariu

E numerose leggende di a Galizia chì sò sopravvissute finu à oghje anu passatu a prova di u tempu grazia à l'extraordinariu tradizione orale di quella terra. Perchè parechji venenu da a cultura pupulare trasmessa di generazione in generazione per mezu di e storie chì si contavanu e notte fredde à u pede di u focu. Ma, senza altru, vi parleremu di alcune di ste leggende.

A Santa Cumpagnia

Santa Cumpagna

A Santa Cumpagnia

Forse questu hè, in listessu tempu, a legenda più pupulare di a Galizia è a più ripetuta in i cinque cuntinenti. In generale, dice chì una prucessione di i morti attraversa e terre galiziane di notte per prevene una futura morte. Davanti à una prucessione cusì spaventosa va un spettru più grande chjamatu Stade è quellu chì a vede deve suvità lu cù un candileru è un calderone.

Cumu l'avemu dettu prima, sta legenda hà i so correlati in altre parte di l'Europa. Per esempiu, hè stata ligata à Caccia Selvatica o Mesnie hellequin di e terre germaniche. Ma ùn ci vole micca à andà cusì luntanu. Storie simili si trovanu in altre mitulugie peninsulare. Cum'è un esempiu, si pò mintuvà u Güestia in Asturie, u Spaventu in Castiglia è  u Corteju in Estremadura è altre storie in lochi diversi.

D’altronde, cum’è ogni bona legenda di l’orrore chì vale u so sale, questu hà ancu i so modi di cuntrastà l'effetti di vede a Santa Compaña. Trà elli, formate una croce in un certu modu, tracciate un cerchju in terra è entrate mentre passate o scalate u passu di una nave da crociera.

A Costa da Morte, un pozzu di legende

Costa da Morte

A Costa da Morte

Cum'è sapete, in a parte norduveste di a Galizia hè u Costa da Morte o Costa de la Muerte, un territoriu chì u so propiu nome si presta digià à l'esistenza di legende. U primu di elli risale à l'epica Rumana, postu chì anu cunsideratu chì marcava u finis terrae, vale à dì, a fine di a terra.

Quì l'oceanu hà iniziatu è, secondu a cridenza rumana, quelli chì entravanu in ellu sò stati inghjuttiti, sia da l'acqui stesse, sia da mostruose creature. Nanzu ad elli, i Celti praticavanu u cultu di u sole in quelle terre.

Ma a realità hè chì a selvaggia di quelle coste è a forza di l'Atlanticu in furia anu causatu numerosi naufraghi. È quessi sò un altru terrenu di ripruduzzione perfettu per e legende. Frà elle, quelle di e città mitiche di l'Antichità chì eranu sepolte da l'acqui, quelle di e pietre miraculose o quelle di i santi chì guariscenu u meigallo (l'ochju malignu).

A torra di Erculu

Torre di Erculu

A torra di Erculu

Hè l'unicu fanale di l'epica rumana chì ferma in piedi. Dunque, hà duemila anni di storia. Cum'è capiscerete, hè logicu chì numerose leggende è storie mitologiche si sianu sviluppate intornu à a torra.

U più pupulare hè chì l'abitanti di Brigantium o Breogan campavanu in terrore di u gigante Geryon, chì dumandavanu ogni tipu d'omaggiu, ancu i so figlioli. Di fronte à l'impussibilità di scunfighjà lu, anu dumandatu aiutu à Erculi, chì u sfidò à un duellu è u scunfitti dopu à un scontru sanguinariu.

Allora l'eroi hà intarratu Geryon è, sopra a so tomba, hà alzatu una torre chì hà incurunatu cù una torcia. Assai vicinu, in più, hà creatu una cità è, cume si chjamava a prima donna chì ghjunse in ella Cruña, Erculu hà chjamatu u novu paese dopu La Coruña.

Una altra legenda nantu à a torre di Erculu dice chì in u locu induve u Torre Breogán. Questu seria statu un leggendariu rè galizianu chì apparisce in u mitulugia irlandese, specificamente in u Lebor Gábála Érenn o Libru di Cunquista Irlandese.

Sicondu a legenda, Breogán averia alzatu sta torre è, da a so cima, i so figlioli pudianu vede una terra verde. Desiderendu di scuntralla, imbarconu è ghjunsenu Irlanda. In fatti, à u pede di a Torre di Erculu si pò vede oghje una statua cunsacrata à u rè legendariu, una di e grande figure di a mitulugia galiziana.

A curona di focu, una crudele legenda medievale

Monforte de Lemos

Castellu di Monforte de Lemos

Monforte de Lemos hè una di e cità più munumentali di Galizia. Una di e so legende dice precisamente chì trà u casteddu di a cità è di u Monastère bénédictin de San Vicente del Pino ci era un passaghju suttanacciu secretu.

Unu di i tempi chì Conti di Lemos Era assente da u castellu per rializà qualchì cumissione da u rè, l'abbate di u munasteru apprufittò di u passaghju per visità a figliola di l'aristocratu, cù quale avia principiatu un affare.

À u so ritornu, l'omu di Lemos hà sappiutu è hà invitatu u prete à manghjà. Ma à u mumentu di u dessert, invece di dessert, li hà servitu una corona di ferru rossu, a si mette nantu à u capu, è hè mortu. Ancu oghje, accantu à a pila di battesimu di a chjesa di u munasteru, si pò vede a tomba di u disgraziatu abate, chì si chjamava Diego Garcia.

A chjesa Santa Maria di Castrelos è a legenda di u stazzunaru

Santa Maria di Castrelos

Chjesa Santa Maria di Castrelos

A legenda dice chì in a cità di Vigo Castrelos hà campatu un stazzunaru chì eru pirdutamente innamuratu di una ghjovana donna. Era dighjà un età avanzata è era a prima volta chì li accadia. Dopu hà decisu di dà li un bellu giuvellu, ma a zitella u rifiutò.

Cù u so ghjudiziu persu, hà sceltu di rapìla è di chjudelu in a so ferreria. Tuttavia, a ghjovana donna li hà dumandatu di lasciarla andà à messa tutti i ghjorni. Siccomu a chjesa era davanti à u so attellu, l'omu hà accettatu.

Tuttavia, a meiga hà visitatu u stazzunaru per annuncià ch'ellu averia da more prestu è chì a so amata si maritaria cù un altru omu assai più ghjovanu cà ellu. Accecatu da a rabbia, pigliò un ferru caldu è andò in chjesa per sfigurà u visu di a zitella. Tuttavia, Diu avia altri piani. Prestu, hà bluccatu a porta d'entrata à u tempiu per prutegelu. Pudete sempre vede a facciata sud di a chjesa oghje cù a so porta murata.

San Andrés de Teixido

San Andrés de Teixido

Chjesa San Andrés de Teixido

Sta piccula parochja in a cità di A Coruña Cedeira Hà un rimitu chì hè l'ughjettu di u pellegrinaghju. Frà l'indigeni di a zona, u dettu hè pupulare «À San Andrés de Teixido va di mortu o chì ùn era micca in vivo» è risponde à una legenda curiosa.

Dice quessa San Andres Eru invidiosu di Santiago, chì era dighjà un ogettu di pelegrinaggiu. Hà fattu a so lagnanza à Diu, chì era cummossu da a so tristezza. Cusì li hà prumessu chì tutti i murtali anderanu in prucessiò versu u so santuariu è chì quellu chì ùn era micca vivu a ferà dopu à a so morte, ancu reincarnatu in un animale.

Una variante di sta legenda dice chì San Andrés hà naufragatu cù a so barca in queste coste è chì a nave hè stata cunvertita in e petre chì oghje custituiscenu un picculu isulottu nantu à e spettaculare coste di Cedeira. Cusì scioccante hè u naufragiu chì Diu hà prumessu à u santu chì serà visitatu in l'ermita da tutti i murtali.

A grotta di u Rè Cintolu

Vista di a grotta di u Rè CIntolo

A grotta di u Rè Cintolu

Finisceremu u nostru viaghju per e leggende di a Galizia cun questu chì include regi gentili, giovani principesse, stregoni malvagi chì facenu incantesimi terribili è masci innamurati.

A Grotta King Cintolo hè a più grande di Galizia, cù più di 6 metri di lunghezza. Hè in piena Mariña Lucense, specificamente in a pieve di Argomous. Ebbè, secondu a legenda, in tempi antichi, a zona era a pruspera regnu di Bría chì u monarca era Cintura.

À quellu tempu, avia una bella figliola chjamata Xila chì era profondamente innamuratu di u ghjovanu Uxío, chì li currispondia. Ancu s'ellu ùn era micca nobile, u matrimoniu trà i dui era digià accunsentutu quandu u putente stregone Manilan Hà minacciatu u rè di creà un incantesimu chì finisceria u so regnu s'ellu ùn passava Xila cum'è a so moglia.

Ma Uxío ùn era micca dispostu à permettelu è hà tombu u stregone. Tuttavia, avia digià preparatu u so incantesimu è, quandu u bravu amante hè vultatu in Bría, era già sparita. In u locu duv'ellu era statu, ùn truvava chè a bocca di una grotta. Addisperatu, intrì in ellu per circà a so cara è ùn surtì più.

In conclusione, vi avemu dettu alcuni di i leggende di Galizia Più pupulare. Ma ci ne hè assai altri chì lasciaremu, forse, per un altru articulu. Frà elle, quella di u Fundazione di Pontevedra, quellu di monte paralaia, quellu di miraculu di Bouzas o quellu di Munti Pindo. Tuttu ciò chì circonda a Galizia hè magicu è eccitante, allora se pudete, ùn mancate micca l'occasione di scappà in alcuni di i lochi chì avemu citatu è gode di a bellezza di u turismu rurale in a zona.

Vulete riservà una guida?

U cuntenutu di l'articulu aderisce à i nostri principii di etica edituriale. Per signalà un errore cliccate quì.

Sianu the first to comment

Lasciate u vostru cummentariu

U vostru indirizzu email ùn esse publicatu. campi, nicissarii sò marcati cù *

*

*