Città balneari di Granada

Una delle spiagge di Almuñécar

ci sono preziosi Città balneari di Granada, anche se la costa di questa provincia andalusa non è la più famosa del Mediterraneo. Quelli della zona levantina e catalana e perfino della costa del Isole Baleari.

Tuttavia, questo non significa che la costa di Granada sia meno attraente. Al contrario, il suo molti chilometri di spiagge, non hanno nulla da invidiare a quelli di quelle altre regioni. Quello che succede è che, forse, non hanno ricevuto tanto turismo di massa quanto hanno. Pertanto, ti mostreremo alcune delle più belle località balneari di Granada.

Almuñécar

Spiaggia di Puerta del Mar

Spiaggia di Puerta del Mar ad Almuñécar

Questa bellissima città di Granada si trova nella parte sud-occidentale della provincia. In effetti, confina già con il comune di Malaga di Nerja. Ha non meno di diciannove chilometri di costa che comprendono bellissime spiagge come quelli di Cantarriján, Puerta del Mar, San Cristóbal, Velilla, Los Berengueles o La Herradura.

Ma Almuñécar ha molto di più da offrirti. Abitata fin dal XV secolo avanti Cristo, come testimoniano i resti della cultura argarica rinvenuti nella zona, fu un'importante città fenicia e, successivamente, romana e araba. In esso è atterrato Abderraman I, che avrebbe fondato l'Emirato di Córdoba e che ha una statua ad Almuñécar.

Proprio al periodo latino appartengono i ponte cotobro e il Colombario della torre del monaco, un pantheon funerario del I secolo dopo Cristo situato alla periferia del paese. Anche in loro sono i Torre Cabria, costruito nel XNUMX° secolo a difesa della costa, e il Faro di Punta la Mona, che si trova in cima a un'altra antica torre di avvistamento.

Per quanto riguarda il patrimonio religioso di Almuñécar, vi consigliamo di visitare il eremo di San Sebastián, la cui esistenza è documentata già nel XVI secolo e che amerai per le sue forme semplici. Devi anche vedere il bello Chiesa dell'Incarnazione, gioiello barocco di Granada costruito nel XVII secolo. Erano responsabili della sua costruzione Juan de Herrera y Diego di Siloe.

Allo stesso modo, Almuñécar ha bellissimi monumenti civili. Tra questi, visitare il castelli di San Miguel, una fortezza musulmana riformata ai tempi di Carlo I, e La Herradura, che invece è del XNUMX° secolo. È anche superbamente conservato Acquedotto romano, nonostante sia stata costruita nel I secolo dopo Cristo.

Non sono gli unici resti archeologici che si possono visitare in città. Nel Parco botanico El Majuelo si hanno resti di un'antica salagione romana, oltre a una preziosa collezione di ortaggi. E nel Grotta dei Sette Palazzi, situato sotto un antico tempio dello stesso periodo, è il Museo Archeologico, con numerosi pezzi. Tra questi spicca un'anfora egizia del XVII secolo prima di Gesù Cristo.

Infine, vi parleremo di uno dei simboli di Almuñécar. Riguarda Roccia Santa, un insieme di tre appendici rocciose che offrono viste meravigliose sulla costa di Granada. Nella più grande si ha un belvedere coronato da una croce.

Salobreña, turista tra le località balneari di Granada

Salobreña

Complesso storico di Salobreña con il suo castello in cima

Confinante con la precedente, si trova Salobreña, una delle mete preferite da chi va in vacanza nella provincia di Granada. Ciò è dovuto al suo clima magnifico, ma soprattutto alle bellissime spiagge come quelli di La Guardia, Caletón o La Charca.

Inoltre, se ti piace fare immersioni, devi sapere che i fondali marini della zona sono inclusi in una speciale area di conservazione denominata Tesoro di Salobreña. Se invece preferisci camminare, hai il Via del Mediterraneo, un percorso ad anello di cinque chilometri che attraversa diverse spiagge, anfratti e scogliere.

Il grande simbolo della città di Granada è il castello, che la domina da un colle. Risalente al X secolo, sebbene abbia subito diverse successive riforme, è un Sito di Interesse Culturale. Allo stesso modo, è costituito da un insieme architettonico in cui torri come quelli dell'Omaggio, del Polvorín o del Coracha.

Ma se parliamo di torri a Salobreña, spicca di Cambron, del periodo nasride e situato su una collina vicino all'omonimo burrone. La sua missione era quella di difendere la costa e, attualmente, fa parte dei giardini di un albergo. Come il precedente, è Bene di Interesse Culturale, riconoscimento condiviso anche dai resti delle sue mura e del centro storico.

A quest'ultimo appartiene il prezioso Quartiere Albaicín, con le sue case bianche e adornate di fiori. Da non perdere i panorami dal suo belvedere, che si trova a quasi cento metri sopra la scogliera. Per quanto riguarda il patrimonio religioso di Salobreña, vi consigliamo di visitare il chiesa del rosario, una meravigliosa costruzione mudéjar del XVI secolo costruita su un'antica moschea. All'interno è presente un intaglio della Virgen del Rosario, anch'esso del XVI secolo.

Motril, spiagge immense

Motril

Spiaggia di Calahonda a Motril

A sua volta, il comune di Motril confina con quello di Salobreña e si distingue per essere una delle località balneari di Granada con le spiagge più grandi. Per darvi un'idea, il spiaggia di Carchuna è lunga più di tremilaottocento metri; Occidente, più di duemiladuecento, e quello di Granadaquasi millequattrocento.

D'altra parte, Motril era un importante centro zuccheriero. Ne sono prova due musei dedicati a questo settore. Il Canna da zucchero preindustriale È unico in tutta Europa. Mostra come questo prodotto fosse ottenuto prima della Rivoluzione Industriale. D'altra parte il Zucchero Museo Fabbrica Pilar mostra le macchine che sono state successivamente utilizzate per lo stesso scopo.

Inoltre, hai altri due musei nella città di Granada. Sono quello dei Storia di Motril, che si trova in Casa Garces, costruito nel XVII secolo, e il Jose Hernandez Quero Art Center, dedicato a questo pittore. Allo stesso modo, vengono preservati altri vecchi zuccherifici, come Nuestra Señora de la Almudena, San Luis o Nuestra Señora de las Angustias.

La Casa Contessa di Torre-Isabel È neoclassico del XIX secolo. Allo stesso periodo appartengono i Ayuntamiento, la Teatro Calderón de la Barcail vecchio Ospedale Santa Ana e la chiamata Casa dei Bates.

Ancora più importante è l'insieme degli edifici religiosi che puoi vedere a Motril. Tra questi spicca il Chiesa dell'Incarnazione, costruita all'inizio del XVI secolo in stile gotico mudéjar. Tuttavia subì delle riforme sia nel XVII che nel XVIII. Ancora più sorprendente è il Chiesa di Nostra Signora del Capo, patrono del paese. Si tratta di un edificio del XNUMX° secolo che è stato quasi completamente ricostruito nel XNUMX° secolo, conferendogli un tocco classicista.

Il patrimonio religioso di Motril è completato dal chiese della Divina Pastora, del XVII, e del Convento del Nazareno, del XVIII. Oltre al Santuario di Nostra Signora della Vittoria e agli eremi della Virgen del Carmen, Nostra Signora di Angustias (entrambi barocchi), San Antonio de Padova e San Nicolás.

Castello di ferro

Castello di ferro

Veduta aerea del Castell de Ferro

Meno conosciuto tra le località balneari di Granada rispetto alle precedenti è Castell de Ferro, capoluogo del comune di Gualchos. Per questo i suoi banchi di sabbia sono meno frequentati dei precedenti. Tra questi, hai la spiaggia di Sotillo, la spiaggia di Castell, la spiaggia di Cambriles o la spiaggia di Rijana.

Per quanto riguarda i monumenti di questa località, si sottolinea il castello arabo che lo domina da una collina. La sua data di costruzione non è stata fissata, anche se è noto che, in precedenza, vi era una fortificazione romana. La stessa origine aveva torre della Rijana, utilizzato anche dai musulmani e accanto al quale si trova un sito archeologico di epoca califfale. Tuttavia, altre torri di avvistamento nella zona risalgono a posteriori: quelle di Cambriles e El Zambullón sono del XVI secolo e quella di Estancia è del XVIII secolo.

Nel vicino comune di Gualchos, situato sul pendio della bella Sierra de Lujar, tu hai il Chiesa di San Miguel, costruita all'inizio del XVI secolo, che conserva una bella pala d'altare e un intaglio di questo santo.

Sorvilán, un'eccezione alle località balneari di Granada

Sorvilano

Sorvilán non è una delle località balneari di Granada, ma ne ha quattro nel suo territorio comunale

Veniamo ora a questa piccola città di Granada che è anche molto meno conosciuta di Salobreña o Motril. Le sue origini risalgono però al X secolo e il comune a cui dà il nome ha quattro bellissime spiagge: quelli di La Mamola, Los Yesos, La Cañas e Melicena.

Ma Sorvilán è alto quasi ottocento metri. Non ha quindi una spiaggia, anche se il suo termine comunale unisce il mare e la montagna come pochi altri luoghi. Infatti a pochi chilometri dai citati banchi di sabbia si ha la Cime Gato e Mondragón.

D'altra parte, in questa città si può vedere il bello Chiesa di San Cayetano, costruita nel XVII secolo sui resti di una moschea. nelle vicinanze di Melicena, che si trova ai piedi del Roccia di San Patrizio, c'è una torre di avvistamento costiera. E dentro Alfornon trovano un frantoio e il Chiesa di San Rocco, entrambi del XIX secolo. Ma, soprattutto, tra quest'ultima città e Sorvilán, hai il Passeggiata valenciana, che si distingue per la sua bellezza paesaggistica.

In conclusione, vi abbiamo mostrato il più bello Città balneari di Granada. Potremmo anche aggiungere a questo elenco Albunolo, che, pur essendo nell'entroterra, ha nel suo territorio comunale bellissime spiagge. Ma, se visiti questi luoghi, ti consigliamo vivamente di visitare anche tu Granada capitale, una delle città più belle Spagna. Non ti sembra un buon piano?

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*