Città spagnole con tradizioni di Halloween

Zucche di Halloween

Ci sono molti Città spagnole con tradizioni di Halloween. Sono passati molti anni da quando questa festa è arrivata nel nostro Paese da Stati Uniti, sebbene la sua origine sia molto lontana dall'America. Secondo alcune teorie, infatti, sarebbe da ricercare tra i riti celtici attorno alle colture.

Nello specifico, sarebbe il festival gaelico di Samhain. Era una rievocazione stagionale che segnava il passaggio dall'autunno all'inverno, nonché la fine della raccolta dei frutti. Altri studiosi, invece, sottolineano l'origine di Halloween all'interno del cristianesimo stesso, semplicemente come veglia precedente al giorno della festa Tutti i Santi. Sarebbe stato celebrato dagli scozzesi e dagli irlandesi, che lo avrebbero portato negli Stati Uniti quando emigrarono in quel paese. In ogni caso, di seguito vi mostreremo le città spagnole con la tradizione di Halloween. Ma prima vogliamo rivedere con voi il usanze più comuni in queste date

Le usanze di Halloween più popolari e altre autenticamente spagnole

Samhain

Ricreazione moderna di una danza Samhain

Come sapete, tra le attività più tradizionali durante queste festività c'è indossare costumi con motivi che alludono alla morte o al terrore. Era qualcosa che già veniva fatto, appunto, in Irlanda e Scozia alla fine del XIX secolo. Allo stesso modo, è consuetudine vedere Film horror. Ma il ruolo più importante in queste feste spetta ai bambini.

Sono loro che più di chiunque altro apprezzano i costumi e i giochi organizzati nel periodo di Halloween. Il più famoso è senza dubbio Dolcetto o scherzetto. Anche se lo sai già, ti diremo che consiste nel girare travestiti per le case del quartiere chiedendo caramelle ai suoi abitanti. Se non li offrono, devono affrontare uno scherzo.

È anche molto comune prepararsi in queste date zucche come se fossero teste nelle quali è inserita una candela o una lanterna accesa. Tuttavia, in Irlanda e Scozia ciò che veniva scolpito era una rapa. L'utilizzo delle zucche iniziò negli Stati Uniti intorno agli anni 'XNUMX a causa di un abbondante raccolto delle stesse.

D'altronde, come accade in ogni festa, anche ad Halloween gioca un ruolo primario. la pasticceria. Ad esempio, gli irlandesi cuociono spesso rastrelliera per sbarre. Si tratta di un pane all'uvetta nel quale, come nel nostro roscón de reyes, solitamente è inclusa una sorpresa. Qualcosa di simile viene fatto con il Colcannon, che però è salato, poiché si tratta di purè di patate con verza, burro e pepe.

Allo stesso modo, poiché la festa coincide con la vendemmia mela, è tradizione consumare questo frutto nella sua forma dolce o ricoperta di caramelle. Ma non è l'unico dolce che puoi mangiare ad Halloween. Anche popolari sono mais dolce o torta alla zucca. Ma a tutte queste usanze, alcune città spagnole aggiungono altre tradizioni di Halloween.

Los Tosantos a Cadice

Casa addobbata per la festa

Una casa addobbata per la festa di Halloween

Non abbiamo bisogno di parlarvi del senso dell'umorismo che hanno gli abitanti di Cadice, né dobbiamo ricordarvi l'importanza che ha per loro il carnevale. Bene, ad Halloween festeggiano a variante della festa in costume, ma applicata al cibo.

Per rimanere sorpresi non vi resta che visitare il Mercato centrale della città o del Vergine del Rosario. Troverai polli in costume, calamari vestiti da Nazareni o frutti in abiti spettrali. Ciascuna delle bancarelle di questi mercati è specializzata in un tema diverso. Insomma, uno spettacolo che riflette il senso dell'umorismo degli abitanti della Tacita de Plata.

Il Samaín di Vigo

Bambini in costume

Bambini vestiti a festa

Abbiamo già accennato al fatto che molti esperti trovano l'origine di questa festa nel celtico Samhain. Castiglianato come Samain, una delle tante città che segue questa antica tradizione è Vigo. Nello specifico, nel suo quartiere storico, le case vengono decorate e i suoi abitanti si travestono per spaventare le anime che vagano nella zona. Santa Compagna.

Allo stesso modo si organizzano magostos per mangiare caldarroste e, a mezzanotte, a bruciato dal suo incantesimo. Tutte queste attività sono accompagnate da bande e concerti, giochi per bambini ed eventi gastronomici.

fiera delle streghe

Travestite da streghe

Un gruppo di amiche vestite da streghe

Si svolge in molti Comuni della provincia di Barcellona nelle prime ore del 31 ottobre. Si tratta con esso di risarcire le donne che, nel corso dei secoli XVI e XVII, furono accusate di stregoneria in Catalogna dall'Inquisizione. Come spesso accade in questi casi, uno dei principali colpevoli di questi delitti fu, appunto, una specie di strega convertita chiamata Cosme Soler e nota per Tarrago.

Per ingraziarsi le autorità ed evitare la propria punizione, si dedicò alla caccia e alla denuncia delle donne che accusava di stregoneria. Si stima che molti di loro siano stati impiccati. A ricordo di quella strage, alle undici di sera del 31 ottobre, una donna che li rappresenta viene solitamente fatta scendere dal campanile.

Sa Trencada

buñuelos

Delle deliziose frittelle tipiche di questi datteri

Ora viaggiamo verso l'isola di Mallorca per conoscere altre città spagnole con tradizioni di Halloween. In questo caso è anche culinario. Tutte le famiglie dei loro villaggi si riuniscono attorno al fuoco per fare una cena a base di frittelle, noci e panellette. Con questo nome vengono dati i dolcetti a base di zucchero, uova e mandorle. Allo stesso modo, sono solitamente arricchiti con cioccolato, cocco o pinoli.

Ma su quest’isola delle Baleari sopravvivono altre usanze legate ad Halloween. Ad esempio, vestirsi con un lenzuolo, come se fosse un fantasma, per spaventare i vicini. Inoltre, è tradizione che i padrini donino i loro figliocci rosari zuccherati. Anche gli alberghi delle zone turistiche organizzano feste legate a questa celebrazione.

L'Statigua

Santa Compagna

Rappresentazione della Santa Compaña alla fiera medievale di Santiago de Compostela

Le processioni delle anime si trovano nella mitologia di tutti i popoli del mondo. La Spagna non fa eccezione e tutte le sue comunità hanno portato la loro storia al presente. Ad esempio, in Galizia si chiama Santa Compagna e nelle Asturie l'ospite. Da parte sua, in Castilla, Estremadura e parte dell'Andalusia si chiama Paura.

C'è una tradizione di Halloween proprio attorno ad esso. Alla vigilia di Ognissanti si accendono falò nelle piazze di molti dei loro paesi per proteggersi dal loro passaggio. Tuttavia, un buon numero di essi è stato sostituito da Holywin, composto da bambini che si travestono con motivi religiosi. Ad esempio di preti, suore o santi.

La luce delle anime

trasmoz

Trasmoz, dove si celebra la luce delle anime

Se ti piace la letteratura, saprai che molte delle leggende scritte da Gustavo Adolfo Bécquer Provengono dalla sua permanenza nel monastero di Veruela a Saragozza. Uno di questi è quello del zia Casca de Trasmoz, che ha dato origine alla tradizione di Halloween di cui ora vi parleremo.

Zia Casca probabilmente era una guaritrice. Ma i suoi vicini ritenevano che avesse dei poteri e, quindi, che fosse una strega. Un giorno del 1850 la inseguirono su per un dirupo e la gettarono nel vuoto. Secondo la leggenda, il suo spirito continua a vagare per la zona in cerca di vendetta, sebbene diversi abitanti di Trasmoz siano stati condannati dalla giustizia.

A ricordo di quegli eventi, questa città, che è l'unica ufficialmente scomunicato dalla Chiesa, organizza le attività del luce delle anime. Tornare al passato per la fase a corteo delle streghe, cortei e falò nelle piazze. Allo stesso modo, si celebra una queimada nel Castello di Trasmoz, luogo dove si dice che si tenevano le congreghe.

Altre città spagnole con tradizioni di Halloween

Cocentaina

Fiera di Ognissanti a Cocentaina

Questa festa ha molte altre tradizioni diffuse in tutto il territorio spagnolo. In Isole Canarie, è la notte del XNUMX novembre quello dei Finao. Le famiglie si riuniscono per ricordare i loro cari defunti e raccontano le loro storie bevendo noci e mandorle con vino dolce. Da parte sua, in Ceuta Il XNUMX novembre lo è giornata con lo zaino in spalla. I suoi abitanti vanno a mangiare al cimitero e portano fiori ai parenti defunti. È una tradizione che inizia nel XIX secolo e si è già diffusa in altre regioni come l'Andalusia o l'Estremadura.

Più vecchio è il fiera di tutti i santi che si celebra nella città di Alicante Cocentaina dal 1346. Per tre giorni si svolgono numerose attività e vengono allestiti mercati cristiani e suk arabi. Molto diversa è la consuetudine che hanno Begijar attorno a queste date. Gli abitanti di questa località di Jaén ricoprono le serrature delle loro porte con della pappa per impedire agli spiriti maligni di entrarvi. Inoltre, vengono poste candele alle finestre e le famiglie si riuniscono per mangiare tortillas al cioccolato.

Ma se esiste un prodotto associato in Spagna a queste date, è proprio quello caldarroste. In tutto il paese vengono accesi dei falò per arrostirli e poi mangiarli accompagnati miele, noci, vino o sidro dolce. Inoltre, i partecipanti animano il tempo contando storie horror. E a volte si spalmano un po' di cenere sul viso per allontanare gli spiriti maligni.

In conclusione, vi abbiamo mostrato alcuni dei file Città spagnole con tradizioni di Halloween. Come puoi vedere, sono molte le usanze della penisola iberica legate a questa festa che affonda le sue radici nell'antichità. Venite a scoprire queste curiose attività.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*