Lanzarote: cosa vedere

Lanzarote è un'isola di Isole Canarie, e dal 1993 tutta di lei è Riserva della Biosfera. Immagina allora le sue bellezze! È la quarta isola più grande del gruppo ed è conosciuta con il nome di "L'isola dei vulcani".

Oggi scopriremo cosa non puoi fermare vedere a Lanzarote.

Lanzarote

L'isola dista circa 140 chilometri dalla costa africana e circa 1000 dal continente europeo. goditi un clima subtropicalePiove pochissimo e la sua vetta più alta è Las Peñas del Chache con 671 metri di altitudine.

Come dicevamo all'inizio nel 1993 l'UNESCO lo ha dichiarato Riserva della Biosfera e anche se tradizionalmente è stata dedicata all'agricoltura e alla pesca per qualche tempo a questa parte la sua economia ruota essenzialmente intorno al turismo.

Cosa vedere a Lanzarote

Essendo chiamata "isola dei vulcani" la prima cosa da vedere sono proprio i vulcani. Pur non eruttando dal 1824, sono tuttora attivi e l'attività svoltasi a metà del XVIII secolo ha configurato il rilievo con una incredibile paesaggio pieno di basalto che copre l'isola in circa un quarto. Oggi è quasi tutto parco nazionale e quindi abbiamo il Parco nazionale di Timanfaya.

La verità è che questo paesaggio lunare È favoloso e sebbene sia pericoloso esplorarlo a piedi puoi noleggiare un? giro in bus Questo ti porta a vedere il fiume di lava e circa 25 crateri. A Montañas de fuego vedrai guide coraggiose entrare nello strano buco e nel ristorante El Diablo i piatti vengono cucinati direttamente utilizzando il calore geotermico. Una meraviglia. Se vuoi qualcosa di più moderno, sentiti libero di esplorare in a Auto elettrica Twizy.

Questo parco si trova nei comuni di Tinajo e Yaiza e È il secondo parco nazionale per numero di visite. È parco nazionale dal 1974 e occupa un territorio di circa 52 chilometri quadrati, a sud-ovest dell'isola.

Un'altra attrazione naturale sono i Grotte di Jameos del Agua. È un sistema di caverne sotterranee che a volte si aprono al cielo e che oggi contengono una piscina, un auditorium e un ristorante. Tutto costruito tra le rocce e con l'acqua che scorre lungo le pareti.

È quasi un paesaggio fantastico ed è stato creato dall'artista César Manrique. Quando il sole tramonta la musica si accende e ci sono eventi gastronomici, quindi fai festa. Uno stile James Bond? Può essere. Il sistema di grotte può essere esplorato con l'aiuto di una guida.

Un'altra destinazione è il villaggio di Haría, in cima a una collina, tra piante tropicali, case bianche e palme. Qui è dove c'è la casa dell'artista che abbiamo chiamato prima, César ManriqueInoltre, un luogo unico dove è possibile vedere il suo vecchio studio, il tutto in quella che un tempo era una fattoria con l'architettura tradizionale dell'isola. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:30 alle 6:10 e l'ingresso costa XNUMX euro.

Il più antico insediamento delle Isole Canarie è Teguise, città fondata nel 1402. È stata la capitale dell'isola per 450 anni e è ad alta quota. Conserva molti edifici di pregio, palme e piazze e la domenica viene allestito un favoloso mercato dove si può acquistare di tutto, dai formaggi alle borse in pelle. E se ti sei innamorato di Manqrique e delle sue creazioni, puoi visitare un'altra casa costruita con lava e grotte nella vicina Nazaret.

Un altro villaggio interessante e pittoresco, ma a nord-est dell'isola, è Arrieta. Ha un bel spiaggia di sabbia bianca, Playa de La Garita, e un molo con barche da pesca. È un posto semplice e ottimo per mangiare perché qui il Mariquería el Charcon, proprio lì sul molo e con il pescato del giorno. Più freddo impossibile.

Se ti piacciono i cactus, allora vale la pena fare un giro nel Giardino di cactusCe ne sono di tutte le dimensioni e varietà, distribuite come ad anfiteatro in una vecchia cava. Sì, tutto questo di nuovo È opera di César Manqrique. Ci 4500 esemplari di 450 specie e naturalmente c'è un bar/caffetteria che vende hamburger a forma di cactus e succhi di frutta freschi.

Per i musei c'è il Museo Atlantico, il primo museo sottomarino d'EuropaVicino Marina Rubicone. Questo è un porto turistico abbastanza attivo che ha caffè affacciati sul mare e si trova all'estremità meridionale della città di Puerto del Carmen, molto turistico e duty free. Sotto il mare ci sono figure e sculture in cemento realizzate dall'artista Jason deCaires Taylor.

Il tempo ha fatto sì che tutti fossero colonizzati da creature marine, quindi è un vero spettacolo. E sì, un ottimo posto per fare immersioni a una profondità di 12 metri.

anche ci sono piscine naturali dove puoi nuotare. Si tratta di piscine marine che sono sulle coste est e sud e che non sono altro che formazioni rocciose naturali a cui sono stati aggiunti solo pochi gradini per renderle più accessibili e confortevoli. Guardano il mare ma sono acque calme e ideali per nuotare. Per esempio, Donne di punta nel nord e I Charcon vicino a Playa Blanca.

Il Golfo è un settore della costa occidentale dell'isola, a frastagliata costa vulcanica che gli abitanti hanno usato per localizzare caffè e ristoranti. L'onda occasionale emette rugiada e si bagna, ma ne vale la pena. In generale, chi visita El Golfo fa una visita a le bolle, un altro dei i posti migliori per vedere da vicino la forza dell'oceanoo.

Inoltre, Se ti piace il surf, c'è Famara. I surfisti di tutto il mondo vengono qui, in questa distesa di sabbia di cinque chilometri, con la vicina città, i suoi bar, caffè e ostelli. Il Spiaggia di Papagao È molto bella ma in realtà non è una sola spiaggia ma sette, o meglio, una serie di spiagge giallo chiaro a sud, separate da rocce laviche.

Sono stati riparati quindi non ci sono correnti e le acque sono sicure. Ovviamente non sono le uniche spiagge delle isole, infatti c'è la spiaggia di sabbia nera di Playa del Charco de los Clicos che ha scogliere rossastre e una laguna blu, nel caso volessi più colori, ma questa ha sabbia super soffice e il nuoto è molto sicuro.

La Grotta dei Verdi è la migliore opportunità per entrare in un tubo di lava solidificata. Ci sono tour! E non possiamo dimenticare la capitale dell'isola, Arrecife, vicino all'aeroporto, o La Graciosa, che si arriva in traghetto dal Mirador del Río. È un piccola isola con pochi residenti, senza strade asfaltatePeggio in cui si può noleggiare una bicicletta e fare una passeggiata alla scoperta delle sue spiagge.

Infine, non c'è viaggio senza cibo e bevande e in questo caso Lanzarote ha buoni vini e vale la pena provarli. Le cantine e le piantagioni sono in La Geria, la valle che è la regione vinicola dell'isola. E il cibo si gusta sempre nei ristoranti e nei mercati, ovviamente.

Gita di un giorno? Fuerteventura. È attraversata in traghetto, è possibile visitare Corralejo e anche il Parco Nazionale di Corralejo e tornare in serata a Lanzarote.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*