Quartieri di Madrid

Immagine | Pixabay

La capitale della Spagna ha tante sfaccettature quanti sono i quartieri. Ognuno di loro mostra un volto diverso di Madrid di cui innamorarsi. Quartieri per godersi la vecchia e tradizionale Madrid, quartieri eleganti e distinti, quartieri multiculturali, hipster e cosmopoliti.

Lavapies

Immagine | Pixabay

Per secoli, Lavapiés è stata abitata principalmente dalle classi popolari di Madrid. Le sue strade ripide e strette con un disegno irregolare mantengono la loro origine medievale come un sobborgo che si estendeva fuori dalle mura della cittadella quando Madrid divenne la capitale della Spagna nel 1561.

Ciò ha dato origine a edifici dall'aspetto unico: quelli noti come corralas, cioè case di varie altezze costruite attorno a un cortile centrale, il miglior esempio dei quali si trova alla confluenza delle strade Mesón de Paredes e Tribulete.

Attualmente, Lavapiés è un quartiere multiculturale in cui convivono più di cento nazionalità diverse. Gastronomia esotica, diversi templi religiosi, gallerie d'arte, bar con musica dal vivo, studi teatrali ...

Il quartiere Lavapiés è sinonimo di arte e offre un'ampia offerta culturale e di svago a due passi dal centro. I suoi grandi esponenti sono il Teatro Valle Inclán o il Teatro Pavón (Kamikaze), il vecchio cinema Cine Doré, il Museo Reina Sofía o il centro sociale e culturale La Casa Encendida.

Chueca

Immagine | Wikipedia

Il quartiere gay è il più vivace di Madrid. Passeggiando per Chueca troverai una grande varietà di ostelli, negozi di design, cibo e molte feste. Copre le strade emblematiche di Barquillo, Hortaleza e Fuencarral.

L'epicentro di questo quartiere di Madrid è La Plaza de Chueca che prende il nome da Federico Chueca, un famoso compositore spagnolo di zarzuelas del XIX secolo e autore del popolare La Gran Vía y Acqua, zucchero e brandy. 

A Chueca è diventato di moda rivitalizzare i vecchi mercati per trasformarli in spazi di incontro dove non solo vengono serviti prodotti per lo shopping tradizionale, ma si degustano anche cibi e si organizzano show-cooking. Inoltre dai suoi tetti si può bere un aperitivo in buona compagnia con vista sul quartiere. Alcuni esempi di questo sono il Mercado de San Antón o il Mercado de Barceló.

È anche un quartiere ricco di cultura. Prova di ciò sono il Museo del Romanticismo o il Museo di Storia di Madrid. D'altra parte, Chueca è riconosciuta come uno dei quartieri gay più importanti d'Europa. Oggi, Chueca celebra uno dei Prides più famosi al mondo.

Quartiere delle lettere

Immagine | Hostal Oriente

Accanto al Triangolo dell'Arte di Madrid (Museo del Padro, Museo Thyssen-Bornemisza e Museo Reina Sofia) troviamo un quartiere che respira letteratura, il cosiddetto Barrio de las Letras.

Riceve questo nome perché molti dei grandi autori spagnoli vi si stabilirono durante il XVI e il XVII secolo: Lope de Vega, Cervantes, Góngora, Quevedo e Calderón de la Barca.

Alcuni edifici sono sopravvissuti di quel periodo, come la Casa de Lope de Vega, la chiesa di San Sebastián o il convento dei Trinitari scalzi (dove si trova la tomba di Cervantes).

Con questi scrittori apparvero anche i primi recinti di commedie come El Príncipe (ora il teatro spagnolo), macchine da stampa come Juan de la Cuesta oi luogotenenti dei comici.

Successivamente, nel XVIII secolo, nel Barrio de las Letras si trovavano istituzioni importanti come l'Accademia Reale di Storia o la Camera di Commercio e Industria di Madrid (entrambi edifici sublimi). E nei secoli successivi sarebbero arrivati ​​la sede dell'Ateneo di Madrid, l'Hotel Palace e il Palazzo dei Tribunali.

Il Barrio de las Letras ci permette di conoscere la Madrid letteraria dell'età dell'oro, l'epoca di splendore della lingua spagnola. È anche un luogo in cui fermarsi lungo la strada per gustare la gastronomia madrilena che spazia dalla cucina più tradizionale a quella più innovativa. Il Barrio de las Letras è pieno di bar e ristoranti con molta atmosfera.

Quartiere di Salamanca

Immagine | Pixabay

È stato progettato come un quartiere residenziale per la classe superiore di Madrid. Sulla sua terra ci sono palazzi, negozi di lusso, attività commerciali tradizionali, ristoranti esclusivi, gallerie d'arte e tutti i tipi di centri dedicati alla cultura.

Strade come Paseo de la Castellana e Calle Serrano, così come Calle Ortega y Gasset o Príncipe de Vergara sono un paradiso per lo shopping di lusso a Madrid. È anche uno spazio per la cultura e il tempo libero in quanto ospita il Museo Archeologico Nazionale, la Biblioteca Nazionale, la Casa de América o la Árabe, il Centro Culturale della Cina, il Museo Lázaro Galdiano o il Teatro Fernán Gómez.

D'altra parte, alcuni dei monumenti più importanti nel quartiere di Salamanca sono la Puerta de Alcalá, la statua di Cristoforo Colombo e Blas de Lezo, i Discovery Gardens e la statua di Emilio Castelar. tra gli altri.

Malasaña

Immagine | Wikipedia

La rivoluzione culturale e sociale che Madrid ha vissuto negli anni '70 e '80 del XX secolo ha avuto il suo epicentro nel quartiere di Malasaña, un luogo fiancheggiato dalla Gran Vía, dalla via Fuencarral e dalla via San Bernardo che deve il suo nome all'eroina madrilena che insorse contro le truppe napoleoniche il 2 maggio 1808.

Oggi, Malasaña è il quartiere hipster della capitale. Un luogo dove bar e negozi tradizionali convivono con i più moderni. Uno spazio per il tempo libero, la cultura e il divertimento nel cuore di Madrid.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*