Dogane del Guatemala

L'America è un continente ricco di cultura e storia e la parte centrale ha una grande eredità Maya che non si limita al Messico, come potrebbero pensare alcuni distratti. Qui in America centrale è Guatemala e oggi ne parleremo le loro usanze.

Se guardi una mappa vedrai che il paese è piccolo, ma la verità è che la sua geografia ristretta riunisce molti climi e paesaggi diversi. Così come ci sono foreste pluviali, ci sono anche mangrovie e così come c'è un potente eredità ispanica el eredità maya dice anche presente.

Guatemala

In epoca coloniale, il territorio guatemalteco Faceva parte del Vicereame della Nuova Spagna ma prima che fosse di proprietà di Maya e Olmec. L'indipendenza arrivò nel 1821, quando divenne il Regno del Guatemala e successivamente entrò a far parte del Primo Impero messicano e della Repubblica Federale dell'America Centrale, fino a quando finalmente nel 1874 nacque l'attuale repubblica.

La vita politica in questa parte dell'America è stata segnata dal instabilità, dittature e guerre civili. Qui tutto è finito nel 1996 e da allora le cose sono andate più tranquille, anche se questo non significa che la povertà e la disuguaglianza siano rimaste indietro.

Come abbiamo detto sopra ha una geografia varia. Ha molte montagne, spiagge sul Pacifico e mangrovie, quindi goditi un fantastico diversità biologica che va di pari passo con un meraviglioso diversità culturale. Ci sono molte lingue più di 20 gruppi linguistici infatti, su un totale di abitanti di circa 15 mila persone.

Ci sono i bianchi, ci sono i neri, pochissimi asiatici, indigeni e molti meticci, questi due quasi in proporzioni uguali.

Dogane del Guatemala

Poiché ci sono così tanti gruppi linguistici ognuno ha il proprio costume tipico con i propri emblemi, stili e colori sebbene in generale siano presenti il ​​giallo, il rosa, il rosso e il blu. I vestiti qui brillano davvero e sono i protagonisti.

Ad esempio, nelle montagne degli Altos Cuchumatanes le donne della città di Nebaj vestono gonne rosse con bande gialle, con una fascia e una tradizionale camicetta quadrata chiamata huipil. L'uomo indossa una giacca aperta con cappello di palma e pantaloni.

Ci sono altre zone, ad esempio nella città di Santiago di origine Maya, dove l'huipil femminile è viola, con fasce e ricami di fiori e animali. La verità è più viaggi in Guatemala, più varietà puoi trovare in abiti tradizionali. Saranno tutti belli per te.

Ma come stanno i guatemaltechi? Ebbene si è detto così sono molto tradizionali e che sebbene sia un paese moderno le tradizioni preispaniche e ispaniche sono ancora molto presenti. Ad esempio, le festività religiose sono un buon esempio. È il caso della commemorazione di i giorni dei santi e delle anime sante tra l'1 e il 2 novembre una festa di origini preispaniche di cui non si ricorda la data originaria.

I guatemaltechi hanno sempre onorato i morti, molto prima della cristianizzazione, e infatti sono stati i colonizzatori a prendere queste celebrazioni e le hanno fatte proprie per attirare le popolazioni indigene nelle loro fila. Per quelle date le famiglie si avvicinano alle tombe e lasciano cibo e bevande in una consuetudine chiamata testaa.

Questa usanza è antica e l'elaborazione di un pasto chiamato rigido che è più spagnolo.

Gli spagnoli hanno portato bestiame e animali da fattoria e gli indigeni hanno adattato tutto. Il famoso salume raggiunge i 50 ingredienti e sembra più un'insalata fredda. Gli spagnoli adottarono anche l'usanza di portare fiori nelle tombe e più recentemente, come tutta la cultura vivente, i mariachi sono apparsi nei cimiteri e in ottobre l'ineffabile Halloween.

Se secoli prima della dominazione politica portava i suoi costumi, oggi il dominio culturale ed economico porta i suoi.

Un'altra festa cattolica molto celebrata è il Semana Santa. Si celebra soprattutto con grande enfasi ad Antigua dove si svolgono lunghe processioni e bellissimi tappeti, chiamati tappeti per segheria, colorati e con disegni di frutta e fiori, che calpestano gli uomini del corteo, vestiti di viola. Prima dell'arrivo del Natale c'è una festa tradizionale che ha l'immagine di un rito di purificazione: le persone raccolgono tutte le vecchie cianfrusaglie e le bruciano davanti a casa loro il 7 dicembre.

Questa festa si chiama diavolo ardente.

E poi sì, il Natale con più processioni, fuochi d'artificio e presepi nelle chiese. Il 24 dicembre è il celebrazione di le locande in cui alla vigilia del 24 si svolgono processioni con immagini della Vergine Maria e del Bambino Gesù e bambini vestiti da pastori con tamburelli, nacchere e candele o lanterne. Mentre camminano cantano canti natalizi e distici e con l'accompagnamento di un po 'di pane dolce o tamale durano fino a mezzanotte.

Un festival che unisce il cristiano con il preispanico è il festival del Cristo nero di Esquipulas. È una tradizione condivisa da El Salvador, Honduras e Guatemala e che è legata agli dei neri di Ek Chua o Ek Balam Chua. In realtà si verifica a Chiquimula, al triplo confine, a gennaio.

Altre usanze, non più legate al cristianesimo, sono l ' Gare con il nastro o Game of Roosters, in cui è richiesto il permesso ai santi e alla Madre Terra ei cavalieri indossano costumi colorati, sciarpe, piume e nastri.

Infine, se mettiamo da parte le feste religiose possiamo essere coinvolti con il più celebrazioni sociali. Celebriamo tutti il ​​nostro E qui in Guatemala di solito si bruciano razzi alle 5 del mattino e si mangia un tamale con cioccolato e pane francese per colazione. Per i bambini la festa non può mancare. E quando si tratta di sposarsi, la cosa usuale, almeno nelle famiglie più tradizionali, è che lo sposo chieda ai suoceri la mano della sua ragazza e che ci sia un addio al celibato separato, uno per lei e uno per lui.

La verità è che i paesi americani che hanno avuto la maggiore presenza della Spagna, per la loro ricchezza e per aver formato l'arte di importanti viceré che riempivano le casse della corona, conservano oggi molte usanze religiose e sociali che in altri paesi sono già rimaste nell'oblio o sono molto più rilassati.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*