Scopri Windhoek, la capitale della Namibia

Windhoek

La città di Windhoek È ancora in gran parte sconosciuto al turismo internazionale. Tuttavia, questa città, che è la capitale di Namibia, si sta gradualmente inserendo nei circuiti delle vacanze Africa.

Con circa quattrocentomila abitanti, è situata al centro del paese e presenta numerosi monumenti interessanti. Ma In Namibia si può anche fare un safari come in altri posti dell'Africa. Se soggiorni a Windhoek, puoi organizzare quello più adatto a te. In ogni caso, allora ti parleremo sulla storia della città e su cosa puoi vedere in essa.

Storia di Windhoek

Veduta di Windhoek

Veduta di una delle zone moderne di Windhoek

Ciò che oggi chiamiamo Windhoek è dovuto ai coloni tedeschi, che fondarono la città nel 1890 basandosi sulla sua forza militare. Tuttavia la zona era abitata già da molto tempo. Grazie alle sue sorgenti termali, era una delle città principali sia il popolo Herero che quello Nama.

Successivamente si stabilirono lì coloni africani. Come sapete, si tratta soprattutto di europei provenienti dal Paesi Bassi, che cominciò ad arrivare nell'Africa meridionale a partire dal XVII secolo. Precisamente, uno dei etimologie più accettato per il nome della città deriva dalla sua lingua, gli africani. Secondo questo, Windhoek significherebbe "angolo del vento".

Tuttavia altri studiosi preferiscono assumere come origine del nome the Montagne di Groot Winterhoek dal Sud Africa, dove avevano vissuto i coloni olandesi. In ogni caso, dopo la Prima Guerra Mondiale, la regione cadde nelle mani degli inglesi fino a quando, nel 1990, ottenne l'indipendenza.

D’altra parte, se viaggi in Namibia, dovresti sapere qual è la sua valuta il dollaro namibiano e quella è una delle sue lingue ufficiali inglese. Pertanto, se conosci questa lingua, non avrai problemi a comunicare con gli abitanti di Windhoek.

Cosa vedere nella capitale della Namibia

Cattedrale di Santa Maria

La Cattedrale di Santa Maria, uno dei templi più belli della capitale della Namibia

Dopo aver spiegato un po' la storia della capitale della Namibia, ci concentreremo su monumenti e luoghi di interesse Cosa offre. Tra questi ci sono bellissimi giardini dove i suoi abitanti vanno a fare picnic, ma anche interessanti musei, chiese e persino fortezze di epoca coloniale. Allo stesso modo, in altri casi, si tratta di edifici ufficiali che fungono da sedi delle principali organizzazioni del paese. Di seguito vi mostriamo alcune di queste attrazioni.

Giardini Tintenpalast

Tintenpalast

Giardini Tintenpalast

Proprio questi giardini sono uno dei luoghi in cui i cittadini di Windhoek vanno a fare i picnic. Si trovano in giro per il Parlamento del paese o Tinterpalast, da cui prende il nome. Allo stesso modo, ci sono diverse statue dedicate agli eroi dell'indipendenza Osea Kutako, Hendrik Witbooi y Teofilo Hamutumbangela.

Ma troverete nei giardini anche un bellissimo uliveto e un campo da bocce circondato da bouganville. D'altro canto, l'edificio del Parlamento, che si trova a nord di Robert Mugabe Avenue, è una costruzione dell'inizio del XX secolo. Il suo progettista era l'architetto tedesco Gottlieb Redecker e si distingue per la sua facciata neoclassica.

Giardino Botanico Nazionale

Zoo Park

Parco zoologico di Windhoek

Insieme ai Giardini del Parlamento, ci sono altre bellissime aree verdi a Windhoek. È il caso di Zoo Park, dove, a quanto pare, è stato trovato un elefante preistorico e che ha un monumento ai soldati tedeschi caduti nelle guerre contro gli indigeni.

Il Giardino Botanico Nazionale, che troverai in viale Sam Nujoma e che ospita diverse specie esotiche. È uno dei grandi polmoni della città grazie ai suoi dodici ettari e, in molte parti, si trova allo stato naturale, non edificato. Comunque, a circa due chilometri da Windhoek hai il Riserva naturale della diga di Avis, dove puoi goderti la campagna mentre osservi gli uccelli.

Chiesa di Cristo di Windhoek

Christ Church

Christuskirche o chiesa di Cristo

Con questo nome, il chiesa di Cristo, che è il tempio luterano più importante di Windhoek. Lo troverete davanti al Tintenpalast ed è anch'esso opera del suddetto Gottlieb Redecker. Si tratta di una costruzione originale in cui risaltano le sue vetrate colorate, dono dell'imperatore. Guglielmo II.

L'edificio Combina elementi neogotici e neoromanici con altri elementi in stile art déco.. Catturano l'attenzione anche la sua torre, alta quasi venticinque metri, e il suo portico in marmo di Carrara.

D'altra parte, puoi visitare altre bellissime chiese a Windhoek. È il caso del cattedrale di santa maria, che si distingue per le sue forme neoclassiche, le sue due torri simmetriche e il singolare colore ocra della sua facciata.

Viale dell'Indipendenza

Viale dell'Indipendenza

A destra, l'Independence Avenue di Windhoek

È l'arteria principale di Windhoek e la percorre da nord a sud. Mentre lo attraversi, ne vedrai molti case in stile coloniale, così come una delle sue costruzioni più uniche. Si tratta di una piccola torre nella cui parte più alta vi è un orologio. È anche sede dello zoo di cui vi abbiamo già parlato e del Centro Sanlam, dove sono state installate diverse ambasciate.

Un'altra delle strade principali di Windhoek è Viale Robert Mugabe, già menzionato e dove si trovano, tra gli altri luoghi di interesse, i suddetti Tintenpalast e il Alte Feste, di cui vi parleremo più avanti. Ma prima ti mostreremo i principali musei di Windhoek.

Museo della stazione ferroviaria

Stazione ferroviaria

Stazione ferroviaria, che ospita un museo dei treni

L'elegante stazione ferroviaria della città è un bellissimo edificio costruito dai tedeschi nel 1912. Si trova sul Via della Stazione e, oltre a svolgere la sua funzione, ospita un interessante Museo del treno. Contiene un'ampia varietà di mappe, documenti e persino oggetti come le stoviglie utilizzate nei vagoni ristorante.

Ma il suo pezzo forte è a Locomotiva a vapore Zwillinge 1900. Dotato di due cisterne, percorse il Paese fino alla fine degli anni 'XNUMX, percorrendo circa seicentomila chilometri. D'altronde la stazione parte Espresso del deserto, che raggiunge la costa dell'Atlantico meridionale e si ferma anche per consentire ai passeggeri di assistere a un safari.

Centro artigianale della Namibia

arte namibiana

Artigianato namibiano

Questo centro ha un carattere molto diverso dove puoi apprezzare, come nessun altro, il arte locale. Non solo, conta una quarantina di bancarelle dove potrete acquistarlo e portare con voi un ricordo del vostro soggiorno a Windhoek.

Ad esempio, hai la possibilità di acquistare Artigianato dei Boscimani e degli Himba, composto da pezzi come borse in pelle con perline colorate o gioielli realizzati con gusci d'uovo di struzzo. Ma anche pezzi di tappezzeria e tessuti del tribù Nama o vimini e ricami l'owambo. Tutto questo senza dimenticare le pietre preziose e la lavorazione del legno provenienti dalle regioni del Okavango e Zambez.

Museo Nazionale della Namibia

Casa coloniale

Turnhalle, una delle case coloniali di Windhoek

In questo caso, per visitarlo, dovrai recarti in diversi luoghi di Windhoek. Uno di questi è il Centro espositivo di Owela, situato in via Lüderitz, che ospita la parte scientifica del museo. Un altro è il Biblioteca del Museo Nazionale, che si trova in Robert Mugabe Avenue. Precisamente, si trova di fronte al Alte Feste, che comprende la terza installazione del museo e di cui vi parleremo più avanti.

Ti interesserà anche sapere che è il museo più antico del paese, poiché fu installato dai tedeschi nel 1907. E che, tra le sue sezioni, puoi vedere il dedicato alla zoologia, alla storia e all'archeologia, ma, soprattutto, ha a importante patrimonio etnografico sulle tribù native della Namibia.

Festival di Windhoek

Alte Feste

Alte Feste, la fortezza che diede origine alla città

L'Alte Feste è la fortezza originaria da cui è stata creata la moderna città di Windhoek e di cui vi abbiamo parlato all'inizio. La sua costruzione si deve al capitano Curt von Francois, che lo progettò per ospitare il suo esercito coloniale. La costruzione iniziò nel 1890, ma non fu terminata fino al 1915.

Si tratta quindi della costruzione più antica della città ed è costituita da un cortile centrale attorno al quale si trovano le abitazioni dei soldati. Infine, alte mura e quattro torri di guardia avevano il compito di proteggere la fortificazione.

Spogliato della sua destinazione militare, divenne ostello della scuola media del paese. E, dopo aver subito un ampio restauro nel 1963, oggi è un'altra delle sedi dell' Museo Nazionale della Namibia.

Museo commemorativo dell'indipendenza

Museo dell'indipendenza

Museo commemorativo dell'Indipendenza a Windhoek

Troverete quest'altro centro espositivo sulla già citata Robert Mugabe Avenue, precisamente situato tra l'Alte Feste e la Christuskirche. Ha un design inconfondibile dovuto alla società di architettura Progetto Mansudae Overseas che gli è valso i soprannomi di "caffettiera" e "dente molare". Allo stesso modo, due monumenti lo fiancheggiano, quello dedicato al primo presidente del paese, Sam Nujoma, e colui che ricorda Genocidio, entrambi costruiti dalla stessa azienda.

Si tratta di una struttura triangolare di cinque piani con facciate in vetro e un ascensore esterno. Per quanto riguarda il suo stile, si adatta Tipico realismo socialista nordcoreano e, nelle sue sale, viene ripercorsa la storia della Namibia dalla fine della Prima Guerra Mondiale fino all'indipendenza del Paese. Un ristorante con vista sulla città completa il centro.

In conclusione, ti abbiamo mostrato i punti salienti in cui puoi vedere Windhoek, capitale de Namibia. Come è il caso di altri paesi in AfricaAd esempio, Burkina Faso o Madagascar, questa è una grande incognita per gli europei. Osate scoprirlo.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*