5 città in Ungheria che dovresti visitare

Sopron

Le città dell'Ungheria Non compaiono sulle principali rotte turistiche internazionali. In genere gli operatori si limitano a proporre tour guidati Budapest, la capitale del paese, ma dimenticano altre città anch'esse molto interessanti.

Queste sono le città che combinare una ricca storia con un buon patrimonio monumentale. Inoltre, in alcuni casi, godono anche di un ambiente privilegiato. E, nonostante tutto ciò, sono in gran parte sconosciuti ai viaggiatori che arrivano da altre nazioni. Per farteli conoscere meglio, di seguito te li mostreremo cinque città dell'Ungheria che dovresti visitare.

Györ, la città delle terme

Györ

Municipio di Györ

L'Ungheria ne ha un gran numero grotte termali e molti di loro si trovano a Györ. Questa cittadina è la più importante tra quelle situate nel nord-ovest del Paese e conta circa centotrentamila abitanti. Inoltre, la strada che collega Budapest con Vienna, che aumenta il numero di visitatori.

Le sue origini risalgono al V secolo a.C., quando venne fondata come città celtica Arrabona. Da parte loro, i Magiari vi arrivarono nell'anno 900 e, già nel XVIII secolo, raggiunse lo status di città imperiale garantito da Maria Teresa d'Austria.

È anche conosciuto come "la città dei fiumi" perché lì confluiscono il Danubio, la Rába e la Rábica. Per quanto riguarda le sue attrazioni monumentali, devi vedere la città vecchia o città vecchia, dove si concentrano molti di essi, prevalentemente barocchi. Ti consigliamo di visitare il Cattedrale dell'Assunzione di Nostra Signora, con le sue linee eleganti. Ma anche le chiese di San Ignacio de Loyola e dei Carmelitani.

Proprio quest'ultimo si trova nel Piazza della Porta di Vienna, che è uno dei più belli della città. Puoi anche vedere in esso il Torre dell'Orologio e la chiamata Casa Altabak, uno dei più antichi. Ancora più impressionante è il Piazza Szechenyi, stile barocco, dove hai il vecchio Ayuntamiento e Casa del Ceppo di Ferro.

Comunque non dimenticate di vedere a Györ i resti del castello e il Palazzo episcopale, così come altre dimore d'epoca. Tra questi, l'imponente Palazzo Esterházy, che ospita il museo comunale d'arte, e il Casa Apátur, che a sua volta ospita il museo dedicato allo zoologo János Xántus.

Székesfehérvár

Sant'Emerico

La chiesa di Sant'Eméric

È anche elencato tra le città dell'Ungheria che dovresti visitare. Si trova nel centro del paese ed è la capitale di contea di Fejer. Ha circa novantacinquemila abitanti, il che la rende la nona città dell'Ungheria per popolazione. Come puoi vedere, non è una città molto grande, quindi ti sarà facile vedere tutte le sue attrazioni.

Il suo grande simbolo è la Basilica, che fu costruito all'inizio dell'XI secolo e ti sorprenderà con le sue dimensioni colossali. Infatti, all'epoca, era uno dei più grandi, con una capienza di novemila persone. Non è un caso che in esso molti dei re d'Ungheria furono incoronati, né che fosse usato anche come Pantheon per loro. Risponde allo stile romanico e veniva utilizzato anche come sede della dieta o dell'ex parlamento reale.

Infine, altre attrazioni di questa maestosa città sono le Chiesa di Sant'Emerico, The Palazzi di Giustizia e Hotel Mercure, la Teatro Vörösmarty o monumento al re Mattia. Ma vi consigliamo di non perdere la chiamata Gioco dell'orologio. Si tratta di un balcone dal quale un automa batte le ore suonando melodie con la sua tromba.

Keszthely

Palazzo Festetics

Palazzo Festetics a Keszthely, una delle città più belle dell'Ungheria

Senza dubbio è un'altra delle città dell'Ungheria che dovete conoscere. Si trova nella parte occidentale del Lago Balaton e appartiene al Contea di Zala. Il suo grande simbolo è il Palazzo Festetics, una meraviglia dello stile barocco costruita a metà del XVIII secolo.

Dovresti anche visitare il Museo Balaton, dedicato alla storia e all'archeologia. Non invano le origini del paese sono romane. Ma il suo centro nevralgico lo è Piazza Fo, presieduto dalla statua del conte Györgi Festetics, aristocratico locale. Inoltre, guardala nel Istituto tecnico, una costruzione classicista.

Ad ogni modo, non dimenticate di visitare questa bellissima città i Musei delle Carrozze e della CacciaE la Casa delle Palme e il Parco degli Uccelli. Tutto questo senza dimenticare i curiosi Stabilimento balneare.

Szombathely, la più antica delle città ungheresi

Palazzo episcopale

Palazzo episcopale di Szombathely

Vi diciamo che è la più antica delle città ungheresi perché, infatti, la sua fondazione risale all'anno 45 d.C. Fu creata dai Romani, che le diedero il nome Claudia Savariensum, da cui deriverebbe Savaria. L'imperatore l'ha persino visitata più volte Costantino il Grande. A quel periodo risale il tempio di Giove, una delle attrazioni della città.

Puoi anche conoscere la sua storia nel Museo Savaria. Ma la grande attrazione di Szombathely è proprio questa Old Town, ricca di edifici rinascimentali e barocchi che si distribuiscono lungo strade acciottolate e affascinanti piazze. Precisamente, nel Sindaco tu hai il Chiesa di Santa Marta e il fantastico Palazzo episcopale. Quest'ultima è una meravigliosa costruzione barocca del XVIII secolo che ospita anche il Museo della contea di Vas.

Sopron

Chiesa della Capra

L'unica chiesa della Capra

Si trova anch'essa nella parte occidentale dell'Ungheria, a pochi chilometri dal confine con Austria (in effetti, è più vicino a Vienna quella Budapest). E, parimenti, la sua fondazione si deve ai Romani, che le diedero il nome Scarbantia. Inoltre, è noto come «la capitale di Kékfrankos», un pregiato vino ungherese.

Conserva ancora parte delle antiche mura romane, oltre a bellissimi edifici medievali, rinascimentali e barocchi. Il suo centro nevralgico è anche il Plaza Mayor, dove puoi vedere il Ayuntamiento, la Torre del fuoco, la colonna della Santissima Trinità, la Casa Storno, costruito nel XV secolo, e il cosiddetto chiesa delle capre.

Prende il nome da una leggenda legata alla sua costruzione. Dice che i soldi per farlo provenivano dal tesoro portato alla luce da un capraio. Infine, non dimenticare di vedere il vecchia sinagoga, la Casa Fabricio e l'esclusiva fabbrica di cioccolato Harrer.

In conclusione, ve ne abbiamo presentati cinque città dell'Ungheria che dovresti sapere. Tuttavia, ce ne sono altri che ti faranno conoscere le usanze del paese e il suo fascino monumentale. Per esempio, Veszprem con il suo castello dell'XI secolo, Kecskemet con la sua concattedrale barocca o Miskolc, nel cuore della catena montuosa dei Carpazi. Osate scoprirli.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*