Cosa fare alla Palma nonostante la roccia vulcanica

La palma delle Canarie

Cosa fare a La Palma è una domanda posta da molti viaggiatori che visitano la isole Canarie. Il motivo è che è uno dei meno conosciuti dell'arcipelago o, almeno, uno dei meno turisti che ricevono a fine anno.

Rispetto a Tenerife (qui vi lasciamo un articolo su Tenerife) O Gran Canaria, la bella isola", come è anche noto, è stato molto meno frequentato da chi cerca una vacanza nel bellissimo arcipelago. Tuttavia, è una meraviglia naturale che ha meritato il riconoscimento di Riserva della Biosfera ed è pieno di luoghi interessanti. Per tutto questo, ve lo mostreremo cosa fare a La Palma. Tuttavia, devi tenere presente che l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja può purtroppo terminare uno di questi luoghi. In ogni caso, visto che il fenomeno lavico non è ancora terminato, ve ne parleremo tutti.

Cosa fare a La Palma: dalla natura ai borghi tipici

Inizieremo la nostra rassegna di cosa fare a La Palma parlandovi delle sue bellezze naturali, sia costiere che interne, per poi soffermarci sui suoi borghi più belli e genuinamente canari. Andiamo con esso.

La Caldera Taburiente

Taburiente Caldera

Veduta della Caldera de Taburiente

Questo antico vulcano che ha lasciato un cratere di sette chilometri di diametro è uno dei grandi simboli dell'isola. Attualmente, forma, insieme ai suoi dintorni, il Parco Naturale Porta il suo nome e si trova nel centro di La Palma.

Occupa infatti una superficie talmente ampia che, al suo interno, si possono trovare diversi percorsi di Escursionismo. Ad esempio, ti consiglieremo quello che va dal parcheggio La Viña al punto di vista dei Brecitos, dove contemplerai panorami straordinari.

Inoltre, durante la tua visita al parco potrai osservare flora e fauna meravigliose. Per quanto riguarda il primo, abbondano il pino canario e l'amagante, entrambe specie endemiche dell'arcipelago. E, accanto a loro, il alloro, specie attualmente conservata solo nella regione biogeografica del macaronesiano.

Per quanto riguarda la fauna della Caldera de Taburiente, abbondano gli insetti. Lo scolopendra e il ragno lupo sono specie molto frequenti. Ma, più caratteristico della zona è un coleottero endemico dell'isola che vive in grotte a duemila metri di altezza. Nel parco vedrai anche gheppi, conigli, gatti selvatici o pecore di Barberia.

Il Roque de los Muchachos

Il belvedere del Roque de los Muchachos

Punto panoramico al Roque de los Muchachos

Sebbene sia integrato nell'area della Caldera de Taburiente, ti parleremo separatamente di questa elevazione di 2426 metri, la seconda più alta dell'arcipelago delle Canarie dopo la Teide. Inoltre, il tuo nome suonerà familiare perché in alto c'è uno dei osservatori astronomici più importante in Spagna.

Se sei un appassionato di questa scienza, ti consigliamo di scalare quella montagna, non solo per l'altezza, ma perché il cielo è particolarmente limpido nella zona. Ti divertirai come un bambino a guardare le stelle cadenti e altri fenomeni atmosferici.

Nello specifico, il Roque de los Muchachos chiude la Caldera de Taburiente nella sua parte settentrionale e si è formato, appunto, con la lava emessa dal vulcano. Ci sono diversi sentieri che portano alla sua cima. Ad esempio, quelli di Nuova fontana e Olen. Durante la salita, vedrai come la fitta vegetazione lascia il posto a nude rocce. E, una volta in alto, puoi anche vedere splendide viste su La Palma. Anche quando c'è una buona visibilità, le isole di Tenerife, El Hierro y La Gomera.

Goditi le spiagge: un'altra cosa essenziale da fare a La Palma

La spiaggia di Los Cancajos

Spiaggia di Los Cancajos

La bellissima isola offre anche magnifiche spiagge. Sono fatte di sabbia nera vulcanica, ma ottime per godersi un piacevole bagno e per prendere il sole dopo aver visitato le bellezze di La Palma.

Tra questi, consigliamo il La spiaggia di Los Cancajos, che dista solo due chilometri dal capoluogo dell'isola ed è dotato di tutti i comfort. Inoltre, ha un frangiflutti naturale che mantiene calme le sue acque. Allo stesso modo, la ricchezza dei suoi fondali lo rende perfetto per la pratica delle immersioni subacquee.

Consigliamo anche il La spiaggia di Tazacorte, ideale per famiglie; quella di Nogales, ai piedi di un'imponente rupe; quella di Puerto Naos, con la sua passeggiata, o quella di Pozzanghera verde, che ha tutti i servizi.

Tuttavia, più curioso è il spiaggia di veta, situata sotto un'imponente rupe che ha case costruite nella roccia stessa. L'avrai sicuramente visto nei programmi televisivi perché è uno dei luoghi più tipici della Palma.

Infine, se preferisci la piscina, ne hai diverse sull'isola. Tra questi, quelli di La cintura, che sfruttano gli scogli e l'acqua del mare e quelli del Pozzanghera blu, anche marino. Hai anche una spiaggia fluviale nella stessa Caldera de Taburiente per rinfrescarti dopo una lunga passeggiata.

Dopo avervi parlato delle sue principali meraviglie naturali, ci concentreremo su qualcos'altro da fare a La Palma: scoprire le sue città, ricche di fascino tipico e di bei monumenti.

Los Llanos de Aridane

Los Llanos de Aridane

Municipio dei Llanos de Aridane

Con questo nome poetico è nota una cittadina situata ad ovest della graziosa isola. È il suo comune più popolato, con circa ventimila abitanti e presenta diversi luoghi di interesse che vi mostreremo.

Il suo nucleo sociale è il Plaza de España, adornato con undici imponenti allori delle Indie e diverse palme reali portate da Cuba. In essa si trovano gli edifici più rappresentativi della città. Per quanto riguarda questi, ti consigliamo di vedere il Ayuntamiento, un edificio regionalista in stile tradizionale con i suoi tipici balconi.

Dovresti anche visitare il chiesa della Madonna dei Rimedi, costruito nel XVI secolo. Alla sua bellezza esteriore aggiunge diversi tesori che si trovano all'interno. Così, l'intaglio flamenco della Virgen de los Remedios e del Cristo de la Salud, realizzato dagli indiani Tarasco del Messico con pasta di mais.

D'altra parte, nella zona di Piana di ArgualÈ possibile vedere diverse case padronali costruite nei secoli XVI e XVII. Tra questi, le case Vélez de Ontanilla e la casa Massieu Van Dalle. Infine, dopo aver attraversato il belvedere situato in Plaza de los Cuatro Caminos, con i suoi mosaici, avvicinati al Museo Archeologico Benahoarita, dedicato alla città natale di La Palma.

El Paso, un'altra cosa da fare alla Palma

L'eremo della Virgen del Pino

Eremo della Virgen del Pino

Se il primo era il comune più popolato dell'isola, questo è il più grande. In effetti, gran parte della Caldera de Taburiente appartiene a lui, ma come curiosità vi diremo che è l'unica a cui manca una costa. Buona parte della sua orografia è montuosa, con vette come il Vecchia Vetta o Bejenao picco.

Vi abbondano anche le pinete delle Canarie. Precisamente, vicino al eremo della Virgen del Pino, patrono del comune, è l'albero di questa specie più antico dell'isola, con circa ottocento anni. È anche uno dei più grandi, poiché ha un raggio di 120 centimetri e un'altezza di 32 metri.

Ogni tre anni la Vergine del Pino viene calata in processione al Chiesa di Nostra Signora della Bonanza, nella capitale. Si tratta di un tempietto del XVIII secolo che si distingue per la sua bellezza. Dopo avervi trascorso un mese, l'immagine della Vergine viene nuovamente portata nel suo eremo per celebrare la sua festa all'inizio di settembre.

Già nel Novecento il nuova chiesa della Madonna della Bonanza, più grande della precedente e in stile neogotico. Infine, vi consigliamo di vedere l'edificio del Ayuntamiento, la Teatro di Monterrey e il Museo della seta.

Santa Cruz de La Palma

Santa Cruz, capitale della Palma

Santa Cruz de La Palma

Fondata nel 1493 con il curioso nome di Villa de Apuron, è la capitale dell'isola. Nonostante le sue piccole dimensioni, ha un ricco patrimonio rinascimentale e barocco. Gran parte di essa è concentrata intorno al Plaza de España, dove si possono vedere il municipio, la chiesa madre di El Salvador e diversi palazzi aristocratici.

Troverete anche diversi monumenti di interesse nel vera strada, arteria principale della popolazione. Tra questi, ti consigliamo di guardare il palazzo Sotomayor e la casa Salazar. Da parte sua, in Avenida Marítima, i suoi bellissimi edifici tradizionali con balconi attireranno la tua attenzione.

Inoltre, a Santa Cruz devi visitare i castelli di Santa Catalina e San Fernando e il chiese di Santo Domingo e San Francisco. Quest'ultimo è annesso ad un antico convento domenicano che oggi ospita il Museo Insulare.

Infine, nella parte alta del capitello si trova il Santuario Reale della Virgen de las Nieves, patrono della Palma. Come per la Virgen del Pino, anche questa figura viene calata in processione per le vie della città. Nello specifico, è ospitato nella chiesa madre di El Salvador e viene riportato nel suo santuario il XNUMX agosto, data della sua festa.

In conclusione, ti abbiamo mostrato alcune delle cose migliori da fare alla Palma. Ma hai molte altre possibilità. Ad esempio, visita Tazacorte, con il suo bellissimo eremo di San Miguel, o garafia, dove si trovano le grotte di La Zarza e La Zarzilla, in cui abbondano i petroglifi, e il monumento naturale della Costa Hiscaguán, con le sue spettacolari scogliere. Non sono sufficienti motivi per visitare questa bellissima isola delle Canarie?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*