Brindisi

Brindisi si trova sulle rive del Mare Adriatico, sud-est dell'Italia. Abitato fin dall'antichità e conquistato dai Romani nel 267 a.C., è stato conosciuto come il "Porta d'Oriente" grazie alla sua posizione privilegiata per iniziare i viaggi per mare sia per Grecia quanto ai territori dell'Asia.

Attualmente è un file città prospera di quasi novantamila abitanti che ti offre spiagge meravigliose e un clima invidiabile. Ma anche diversi importanti monumenti e una squisita gastronomia. Se vuoi conoscere Brindisi, ti invitiamo a seguirci.

Cosa vedere a Brindisi

Come vi abbiamo detto, la città italiana si trova in pianura salentina, sulle rive dell'Adriatico. Fin dall'epoca romana è stato un importante porto commerciale e questo l'ha portato a passare per mani gotiche, bizantine, normanne e anche aragonesi. Ti mostreremo i punti salienti che puoi vedere a Brindisi.

Castelli di Brindisi

La città ha due imponenti castelli. Il primo è il rosso, così chiamato per il colore della sua pietra, sebbene sia anche conosciuto come aragonese, per essere stato costruito durante la dominazione spagnola. Era una fortezza difensiva costruita nel piccolo Isola di San Andres.

Il secondo è il file Castello di Suevo, costruito in tempi di Federico II (1194-1250), Imperatore del Sacro Romano Impero e Re di Sicilia. Lo troverai nel porto, sul canale Poniente.

Cattedrale di Brindisi

Cattedrale di Brindisi

I bastioni

I bastioni della città avevano anche un carattere difensivo: cercavano di proteggere l'importante porto dagli attacchi nemici. Attualmente ne rimangono due: quello di Carlos V, costruito ai tempi di Fernando de Aragón, e quella di San Giacomo, imponente e meglio conservato del precedente.

La piazza del Duomo

Tuttavia, forse il posto più bello di Brindisi è la piazza del Duomo, dove, come suggerisce il nome, il cattedrale (è ciò che significa duomo). Si tratta di un tempio costruito nell'XI secolo secondo i canoni romanici. Tuttavia, danneggiato da un terremoto, fu ricostruito nel XVIII secolo. Pertanto, l'edificio che puoi attualmente vedere combina il barocco con il neoclassicismo.

Puoi anche vedere in piazza Duomo il Loggia del palazzo balsamico, un balcone che si conserva di una primitiva costruzione del XIII secolo; la costruzione di Seminario, un palazzo del XVIII secolo che ospita il Museo Diocesano Giovanni Tarantini; il Museo Archeologico Provinciale e l'imponente Portico dei Cavalieri Templari, composta da due arcate gotiche separate da una colonna greca.

Resti romani

La città italiana era molto importante in epoca romana. A lei è venuto da Roma il via Appia e della via Trajana. Non ti sorprenderà, quindi, che abbia diversi resti archeologici di quel tempo.

Tra loro il colonna romana, simbolo della città; il cisterne del vecchio acquedottoe la zona archeologica di San Pietro degli Schiavoni, che si trova sotto il Teatro Verdi.

Il monumento al Marinaio

Monumento al marinaio

Monumento al marinaio

Di carattere diverso ha l'imponente monumento al Marinaio, realizzato negli anni Trenta del secolo scorso e la cui parte centrale, a forma di timone, sorge a cinquantatre metri da terra.

Si può anche vedere a Brindisi il Il monumento ai caduti, dello stesso periodo, e quello dedicato al poeta latino virgilio, che ha trascorso i suoi ultimi anni in pensione in città. Entrambi sono belli in quanto realizzati con marmo bianco di Carrara.

Altri monumenti di Brindisi

La bellissima città italiana ha più monumenti che ti consigliamo di visitare. Tra i templi religiosi, hai il chiese di San Benedetto, di San Giovanni o di Santa Maria del Casale.

Per quanto riguarda le costruzioni civili, il Porta di Mesagne, vecchia entrata della città e Palazzi Granafei-Nervegna e Montenegro. Ma ancora più valore ha il Fonti di Tancredi, risalente al XII secolo e di Torres, dal XVII.

Dintorni di Brindisi

Nei dintorni della città italiana puoi trovare preziosi spiagge come Torre del Orso e Dos Hermanas. Ma, soprattutto, magnifiche piscine naturali. Tra questi spicca il bando Grotta della Poesia, considerato uno dei dieci più belli al mondo.

La porta di Mesagne

Porta di Mesagne

Puoi anche trovare meravigliosi parchi naturali che puoi attraversare. Tra questi, quello del Salina di Punta de Condesa, Riserve naturali del Bosco di Cerano, di Torre guaceto e Bosco di Santa Teresa.

Cosa mangiare a Brindisi

Dopo tutto quello che ti sei spostato visitando la città, è meglio ricaricare le batterie con un buon pasto tipico. Il tuo menu può iniziare con alcuni petuli, che sono una sorta di gnocchi ripieni di diversi condimenti come frutta, verdura o pesce affumicato.

Quindi puoi ordinare un file risotto. Ti consigliamo il tajedda, che contiene riso, frutti di mare e patate e si prepara al forno. Tuttavia, anche le zuppe sono tipiche, soprattutto la Crema di fagioli, E il verdure grigliate della zona.

Come secondo, consigliamo il pesce, magnifico in zona. Ad esempio, il file pesce persico cotto a fuoco vivo. E, per dessert, hai dei dolci come pasta al mandarino o Iscriviti. Ma anche ottimi formaggi e frutta.

Per quanto riguarda la bevanda, puoi provare alcuni dei magnifici vini pugliesi, che hanno una denominazione di origine. È il caso di Brindisi rosso o Rosato. E, infine, un bicchiere di l.

Ovviamente, anche nella città italiana hai buone paste e pizze. Ma ci permettiamo di consigliarvi sul menù precedente, più originale.

La fontana del Tancredi

Fontana Tancredi

Quando è meglio viaggiare nella città italiana

Brindisi ha un tempo invidiabile. Gli inverni sono miti, con minime che raramente scendono sotto i sei gradi Celsius, mentre le estati sono calde, con massime che raggiungono facilmente i trenta. Da parte sua, le piogge si condensano principalmente in autunno e in inverno.

Pertanto, i periodi migliori per viaggiare a Brindisi sono primavera e estate. Soprattutto nella prima, la città riceve meno turisti e, inoltre, celebra feste tipiche come i curiosi Corteo di cavalli di Parato.

Come arrivare a Brindisi

È molto comune viaggiare nelle città italiane via mare. Ogni anno riceve numerosi Crociera che fanno una sosta in esso. Tuttavia, puoi farlo anche in aereo. Il Aeroporto del Salento È internazionale e dista solo sei chilometri dall'area urbana.

È anche un importante hub di comunicazione ferrovia che riceve treni da Roma e altre città. Ma, se preferisci l'auto, ti diremo che, per arrivare a Brindisi, devi attraversare il Autostrada Bari-Lecce e poi da SS 16 Adriatica.

In conclusione, Brindisi Ti offre splendidi monumenti, meravigliosi spazi naturali, bel tempo e deliziosa gastronomia. Cosa aspetti ad organizzare il tuo viaggio nella città italiana?

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*