Cultura di Roma

Roma è una delle città più incredibili d'Europa. Sono innamorato di questa città, non può essere più bella, più culturale, più interessante... Impossibile annoiarsi, impossibile divertirsi, impossibile non meravigliarsi ad ogni passo.

La Roma è fantastica e oggi parleremo del Cultura di Roma, per sapere qualcosa prima di viaggiare.

Roma

La città è la capoluogo della regione Lazio e d'Italia ed è la terza città più popolosa dell'Unione Europea. È una città con tremila anni di storia ed è stata la prima grande metropoli dell'umanità, oltre al cuore di una delle civiltà antiche più importanti e influenti.

La storia emana da ogni strada, ogni piazza, ogni edificio. È la città con i più grandi tesori architettonici e storici del mondo e dal 1980 è nella lista dei Patrimonio mondiale UNESCO.

Penso che prima di andare a visitare un paese o una città si dovrebbe leggere, fare qualche ricerca, assorbire informazioni sulla destinazione. Così, possiamo costruire un quadro interpretativo di ciò che vedremo o sperimenteremo. Ciò non cancella la sorpresa, né la curiosità, né la gioia. Al contrario, lo rende enorme, perché non c'è niente di più bello che vedere in prima persona ciò che sappiamo solo attraverso libri o social network.

Cultura di Roma

La Roma moderna è a città eclettica, una fantastica combinazione del tradizionale con il contemporaneo. A livello sociale, la vita ruota intorno alla famiglia e agli amici e questo si vede nelle persone e nella vita di tutti i giorni. Nonostante sia una capitale c'è una certa aria di grande città che rimane, soprattutto nei quartieri e nei loro mercati e nonostante il continuo via vai di turisti.

Roma e cibo vanno di pari passo. Non è niente di nuovo. La gastronomia romana è semplice, ma ricca e con tanto sapore. La vita sociale ruota intorno al cibo, agli incontri, allo shopping, al dopocena. I romani di solito mangiano insieme, con la famiglia e gli amici, e quel tempo intorno al tavolo è prezioso. E se vuoi vedere un po' di tutto questo, è meglio fuggire dai ristoranti turistici o dalle zone molto frequentate.

Per ottenere cibo romano di qualità e più autentico, devi uscire dai sentieri battuti. I posti migliori per mangiare e bere come un locale sono solitamente quelli senza turisti. Ecco alcuni locali consigliati: per colazione potete provare il Caffé Sab't Eustachio, vicino a Piazza Navona, attivo dagli anni '30. A pranzo, La Taverna dei Fori Imperiali, ristorante a conduzione familiare non lontano dal Colosseo, in Via della Madonna dei Monti, 9.

Se vuoi fare shopping e mangiare in una piazza o a piedi, allora puoi fare shopping a Fa-bio, vicino al Vaticano, in Vía Germanico, 43. Per cena, La Carbonara, ristorante tradizionale italiano a Monti, in Vía Panispema, 214. Se è pizza, Gusto, in piazza Augusto Imperatore, 9. Per un buon gelato, Ciampini, tra piazza Navonna e piazza di Spagna.

Per quanto riguarda feste e feste a RomaLa verità è che ci sono tradizioni molto significative per i romani. Ad esempio, c'è il Carnaval, che si celebra anche nel resto del paese. Carnevale a Roma dura otto giorni e vedrai musicisti, spettacoli teatrali, vari concerti per strada. È un buon momento per passeggiare per le strade e godersi il atmosfera allegra.

Natale e Pasqua sono le feste cristiane più importanti della città, inoltre segnano l'inizio delle vacanze. Inoltre per queste due feste si cucinano piatti speciali come il panettone e il panforte a Natale o il cotechino, a Pasqua la Minestra di Pasquea, l'Agnello dell'Angelo, la Gubana Pasquale... Tutto in mezzo alla Via Crucis, che va dal Colosseo al Foro Romano il Venerdì Santo, la benedizione del Papa in Piazza San Pietro e la messa di Natale la sera nelle chiese addobbate con il presepe...

Anche oltre le feste cristiane Roma vive le feste nazionali, che qui in Italia sono parecchi. Ogni città celebra anche il suo santose nel caso di Roma sono San Pietro e San Paolo. La festa cade 29 giugno e ci sono messe nelle chiese e anche fuochi d'artificio da Castel Sant'Angelo.

Cibo, feste, persone... ma è anche vero che un altro capitolo è costituito dal eredità storica e architettonica Della chiamata città eterna. Ho sempre camminato per Roma, la verità è che solo in poche occasioni ho preso i mezzi pubblici. Non perché sia ​​scomodo ma perché se il tempo è buono e si hanno scarpe comode, non c'è modo di perdersi tra le sue strade. Fai ogni scoperta!

Si o si, i classici non possono e non devono mancare: visitate il Pantheon, costruita da Adriano nel 118 a.C., lasciati bagnare dalla luce o dalla pioggia che penetra attraverso il foro del tetto, sali il Campidoglio e contemplare il Forum, sedersi sui gradini del Piazza di Spagna e vedere la Fontana della Barcaccia o l'appartamento del poeta Jhon Keats, andare in bicicletta o passeggiare lungo il Via Antica, fare una passeggiata nel pomeriggio Piazza Navona, metti la mano nel Bocca della Verità, visita il Colosseo, se possibile al tramonto, visitate il Mercato di Campo de' Fiori, entra in Vaticano, vai in musei, la Cripta dei Cappuccini, esplorare la Ghetto Ebraico a Trastevere, lancia una monetina nel Fontana di Trevi.

Ricorda che Roma ha 3mila anni di storia, dall'Antichità, attraverso i primi anni del Cristianesimo, il Medioevo, il Rinascimento o il capitolo barocco della città fino ai tempi moderni. Ogni edificio, ogni piazza, ogni fontana, ha la sua storia e dà un'impronta davvero unica alla cultura romana.

Naturalmente non basta un solo viaggio. Devi tornare a Roma più volte, in diversi periodi dell'anno. Scoprirai sempre qualcosa di nuovo o ti innamorerai di qualcosa che già conosci. Quella miscela di sensazioni tra conoscere e riconoscere è la migliore.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

bool (vero)