Faro di cavallo in Cantabria

Faro di cavallo in Cantabria

Ne hai sentito parlare Faro di cavallo in Cantabria? Se hai visitato la zona, sicuramente ti avranno consigliato di avvicinarti a lui. Si trova nel comune di santoña, famosa per le sue acciughe, ma anche per le sue fortezze costiere e altri monumenti.

Tutti Costa cantabrica è meraviglioso. Ma nei dintorni del Faro del Cavallo ha paesaggi spettacolari. Questo è in particolare nel monte buciero, da cui si possono vedere scogliere imponenti e bellissime spiagge come Berria, con i suoi oltre duemila metri di lunghezza e le sue sabbie fini. Affinché, se ancora non lo conosci, decidi di visitarlo, ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere sul faro di El Caballo in Cantabria.

Come raggiungere il Faro del Cavallo

Scogliera del faro del cavallo

Scogliere del Monte Buciero

Il faro stesso è stato costruito nel 1863 ed è una delle grandi attrazioni di santoña per i suoi meravigliosi panorami. La prima cosa da sottolineare è che l'accesso non è facile. Tu dovrai scendi 763 gradini che sono stati costruiti dai detenuti del carcere di Dueso nell'ambito del progetto Nácar.

Puoi anche accedere per mare se il tempo lo permette. In questo caso, arriverai a un piccolo molo dal quale dovrai salire 111 gradini. Il viaggio dal porto di Santoña dura circa un'ora e mezza, ma ti offre paesaggi degni di qualsiasi rivista di viaggio. Da parte sua, l'edificio era costituito da due blocchi. La prima era l'abitazione del guardiano del faro, già demolita. E il secondo è il faro stesso, che non è più in uso.

Ma, tornando all'accesso a piedi, il sentiero offre anche immagini spettacolari. E vedrai ancora di più se esegui uno qualsiasi dei sentieri escursionistici chi va sul posto. Tra questi, evidenzieremo quello che proviene dal centro urbano di santoña e passare attraverso il già menzionato Spiaggia di Berria, la Quartiere Dueso, da cui si ha una vista impressionante delle paludi Victoria e Joyel, e il Il faro del pescatore. In totale sono poco più di sei chilometri e mezzo con un dislivello di 540 metri. Questo si traduce in circa centoventi minuti a piedi, sebbene il percorso sia di media difficoltà.

Altri percorsi che portano al Faro del Cavallo sono quello che passa per il forte san martino e Roccia del Frate o quello che va fino a La Torre di Guardia dalla spiaggia di Berria. Quest'ultimo permette di vedere il batteria della caverna, che ha ordinato di rilanciare Napoleone Bonaparte nel 1811 la polveriera del Dueso, la palude e la stessa Atalaya, già utilizzata nell'XI secolo per l'osservazione delle balene. Come per il percorso precedente, è il più breve, con circa tre chilometri e ottocento metri, anche se non è neanche facile.

Consigli per raggiungere a piedi il faro

Berria Beach

La spiaggia di Berria dal monte Buciero

In tutti i casi, dovresti tenerlo a mente stai per viaggiare attraverso sentieri di terra e pietre e che non disponi di alcun tipo di servizio. Non ci sono bar o ristoranti, quindi ti consigliamo di farlo porta dell'acqua e del cibo. Inoltre non ci sono stazioni di soccorso, quindi dovresti portare anche a kit di pronto soccorso. Inoltre, indossa scarpe sportive comode.

Il sentiero, invece, non è illuminato. Di conseguenza, fallo quando c'è abbastanza luce naturale. Inoltre, con esso potrai apprezzare in tutta la sua pienezza le impressionanti vedute che hai dal faro e che abbiamo già menzionato. In questo senso, non dimenticare di scattare una foto o una videocamera per catturarlo paesaggio unico.

Infine, la difficoltà del percorso rende non adatto a bambini o persone a mobilità ridotta. Tieni presente che, oltre alle strade sterrate, ha più di settecento gradini che devi scendere e poi risalire, a meno che tu non torni via mare. Non ti consigliamo nemmeno di portare il tuo animale domestico. E, per quanto riguarda il parcheggio se viaggi in macchina, quello più vicino lo è quella del forte di San Martino. Ma puoi anche lasciare il veicolo a Santoña, anche se dovrai percorrere una distanza maggiore.

Cosa vedere sulla strada per il Faro dei Cavalli in Cantabria

Paludi di Santoña

Parco Naturale delle Paludi di Santoña, Victoria e Joyel

Più tardi, parleremo di cosa puoi visitare santoña. Ma ora lo faremo sui monumenti che hai sulla strada per il faro e deviando leggermente da esso. Per quanto riguarda i panorami, avrai una prospettiva unica della costa cantabrica sia dal faro stesso che dai punti panoramici vicini. Tra questi, puoi scegliere quelli della Virgen del Puerto, della Cruz de Buciero o del forte di San Felipe.

Se ti avvicini a quest'ultimo, vedrai l'omonima batteria, costruita nel XNUMX° secolo e che un tempo ospitava venti soldati. Inoltre, lungo il percorso, vedrai il Il faro del pescatore, che si trova sull'isolotto del monte Buciero e che ha sostituito quello di Caballo. E anche lui Forte di San Martino, di cui vi abbiamo già accennato e che fu edificato a metà del XIX secolo. Si tratta di un'imponente costruzione di oltre ottomila metri quadrati che serviva a difesa della costa.

Possiamo dirti tanto forte di mazo, che arrivò ad avere una guarnigione di cento soldati. Ma, se ti piace la natura, assicurati di visitare il Marismas de Santoña, Joyel e Victoria Park. Con quasi settemila ettari, è considerata la zona umida più importante della costa cantabrica ed è Zona di protezione speciale per gli uccelli. Non smettere di avvicinarti edificio del centro di interpretazione, che simula le forme di una nave. Inoltre, goditi il Spiaggia di Berria, che porta il badge Bandiera Blu ed è perfetto per il surf.

Cosa vedere a Santoña

Palazzo Chiloèches

Palazzo Chiloèches

Naturalmente, se visiti il ​​faro di El Caballo in Cantabria, devi anche visitare la bellissima città di Santoña, che, come ti abbiamo detto, è famosa nel mondo per le sue acciughe. Ma, in più, ha molto di più da offrirti. Vi abbiamo già parlato del suo ambiente privilegiato, con il Parco Naturale delle Paludi di Santoña, Victoria e Joyel.

Pertanto, ora menzioneremo alcuni dei suoi principali monumenti. Si distingue in periferia Chiesa di Santa Maria del Puerto, la cui origine risale al XIII secolo. Faceva parte di un monastero benedettino ed è avvolto da una bellissima leggenda. Dice che è stato creato dal vero Apostolo Giacomo con grado di cattedrale. Inoltre, avrebbe nominato vescovo il futuro Sant'Arcadio.

Storie leggendarie a parte, è un bellissimo tempio di stile romantico. Nello specifico risponde al modello borgognone ed è a tre navate sorrette da pilastri rotondi. Al suo interno, ospita a Scultura gotica della Vergine del Porto, oltre a due bellissime pale d'altare. Uno è dedicato a San Bartolomeo e l'altro a San Pietro. Entrambi sono del XNUMX° secolo e, cento anni prima, fu costruito l'arco autoportante attraverso il quale si accede al sagrato della chiesa.

D'altra parte, Santoña ha alcuni palazzi signorili. Il Palazzo Chiloèches Fu edificato per ordine del Marchese dall'omonimo titolo nel XVIII secolo. Ha una pianta a L e tre piani, con un tetto a padiglione. Alle estremità del piano superiore, due grandi scudi barocchi scolpito nella pietra. Ma, soprattutto, attirerà la tua attenzione ornamento geometrico di una delle sue facciate.

L'altro grande palazzo di Santoña è quella del marchese di Manzanedo, costruito nel XIX. È stato progettato dall'architetto Antonio Ruiz de Salces e rispondere Neoclassico. Ha pianta quadrata, con due corpi di fabbrica e garage ed è realizzato con muratura nella parte superiore unitamente a bugnato nella base e negli angoli. Attualmente è sede del Ayuntamiento.

Piazza di Sant'Antonio

Plaza de Sant'Antonio a Santoña

Ma questa non fu l'unica grande costruzione voluta dal marchese di Manzanedo nella città cantabrica. Allo stesso modo, ha ordinato la costruzione un edificio per una scuola secondaria che è anche molto bello. Più grande del precedente, è anche di Neoclassico e comprende un pantheon dove sono sepolti i membri della sua famiglia. Inoltre, l'edificio viene completato una torre dell'orologio e un osservatorio astronomico.

Devi anche vedere a Santoña il Casa del palazzo Castañeda, bella costruzione dei primi del 'XNUMX. è stile storicista ed eclettico, anche se, per restare in sintonia con i precedenti, presenta caratteristiche neoclassiche. In esso spicca il suo grande tenere piazza a tre piani. Sulla strada per questo palazzo, troverai il popolare Piazza Sant'Antonio, centro nevralgico della vita in una città cantabrica. In questo bellissimo spazio, che ha un palco dell'orchestra e una fontana, troverai bar e ristoranti dove puoi assaporarne alcuni acciughe come l'addio di Santoña.

In conclusione, vi abbiamo spiegato tutto quello che c'è da sapere per visitare il Faro di cavallo in Cantabria. In questo meraviglioso spazio naturale godrete di viste spettacolari della costa, delle paludi e delle spiagge della zona. Inoltre, puoi approfittare della tua visita per conoscerti santoña, una bella villa. E, se hai tempo, non smettere di avvicinarti Santander, capoluogo di provincia. In questo hai monumenti spettacolari come il Palazzo Maddalena, la Cattedrale gotica dell'Assunzione di Nostra Signora, la Gran Casinò Sardinero o Centro Botin dell'arte. Abbiate il coraggio di fare questo bellissimo viaggio e raccontateci la vostra esperienza.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*