La Bocca della Verità, un classico di Roma

Roma È una bella città. Mi piace perché puoi camminare tutto il giorno e in ogni momento ammirare una piazza, strade affascinanti, rovine romane, edifici medievali o chiese antiche e nascoste. Amo Roma!

Un classico è la chiamata Bocca di verità che si trova precisamente in una vecchia chiesa, la Chiesa di Santa Maria in Cosmedin. Il cinema ne ha fatto un classico quindi non mancano i turisti che fanno un giro da queste parti per mettersi la mano in quella bocca con un po 'di paura….

Bocca di verità

La Bocca della verità è nel pronao di una chiesa. Ma cos'è? Si tratta semplicemente di una maschera in marmo pavonazzetto che si trova nel pronao, cioè nella parte anteriore del tempio. È uno spazio tipico che si vede nei templi greci e romani e sarebbe l'atrio o l'ingresso.

La bocca della verità Si trova all'interno della Basilica di Santa Maria in Cosmedin. Questa chiesa si trova a Ripa e risale originariamente al XV secolo. La chiesa fu edificata, come tante altre, sui resti di un tempio romano, il Templum Herculis Pompeiani, nel Foro Boario e nei pressi della Statio annonae, luogo in cui un tempo si distribuiva il cibo.

Nel XVII secolo la chiesa era stata circondata da edifici in stile bizantino, così cominciò a chiamarsi Schola Graeca. Successivamente, i monaci greci che erano fuggiti dalle persecuzioni iconoclastiche la ricostruirono e la decorarono alla fine dell'VIII secolo. A quel punto cambiò forma e ottenne un portico e tre navate. Un secolo dopo furono costruiti un oratorio e una sacrestia.

Da allora questa chiesa ha il suo posto nella storia qui furono scelti tre papi, Gelasio II, Celestino III e Benedetto XIII. Due di loro erano stati cardinali della stessa chiesa. Più tardi, la storia ce lo dice fu completamente restaurata nel XII secolo, passò per mano benedettina e fu brevemente decorata in stile barocco. In altre parole, la chiesa ha una sua storia e una sua ricchezza oltre la famosa Boca de la Verdad.

Si può vedere la chiusura del coro risalente all'Alto Medioevo, il suo pavimento cosmatesco, uno stile tipico dell'Italia nel Medioevo, soprattutto a Roma, realizzato in marmo che veniva spesso prelevato da rovine romane e posto formando bellissime geometrie. Bellissimi anche i dipinti prima e dopo il X secolo, sull'altare c'è un pezzo di granito rosso del 1123 e nella sacrestia parte di un mosaico dell'antica Basilica di San Pietro.

La Bocca della Verità, come ho detto sopra, È una maschera in marmo pavonazzetto. Questo marmo è bianco, a volte marrone con sfumature dorate, e il nome deriva dai colori della coda del pavone. Si ricavava dalle cave della Frigia, in Turchia, ed era molto popolare nell'antica Roma, soprattutto per la realizzazione di ornamenti o colonne.

Questa maschera è un pezzo rotondo che è stato datato come appartenente al I secolo. 1 metri di diametro e ha scolpito un file volto maschile barbuto. I fori nel naso, negli occhi e nella bocca sono perforati. Pesa intorno 1300 chili e si ritiene che il volto scolpito sia probabilmente quello del dio Oceano.

effettivamente non si sa con certezza quale fosse originariamente la sua funzione, se l'acqua usciva dai suoi orifizi e facesse parte di una fontana, se fosse una copertura fognaria, anche perché il tempio di Ercole Victori è vicino. Il nome con cui è noto inizia a circolare nel 1485 e da allora più o meno è possibile rintracciarlo e quindi si sa che all'inizio ero fuori, sotto il portico della chiesaE che successivamente è stato trasferito all'interno, intorno al 1631.

Ma da dove viene l'abitudine di mettere paurosamente la mano in bocca? Sembra da diversi testi tedeschi. Uno di loro, del XII secolo, racconta che dietro la bocca c'è il diavolo e che un giorno ha afferrato la mano di Giuliano, l'Apostata, che ricordiamo aveva tradito la moglie e aveva giurato di ripulire la sua reputazione e consegnare la sua fortuna per il ritorno del paganesimo. In un'altra leggenda, un paio di secoli dopo, compare la storia della bocca che morde la mano di una donna adultera.

Una cosa e l'altra e lì abbiamo la nascita di una leggenda. Tanto per cambiare, sembra che era l'ideale per rilevare l'adulterio femminile... Comunque, la Bocca della Verità divenne popolare tra tutti coloro che si recarono a Roma e nel la popolarità è aumentata con il cinema.

Mano nella mano Vacanze a Roma, un classico del 1953 con protagonista Audrey Hepburn e Gregory Peck, la Bocca della Verità divenne senza dubbio nota. Se non hai visto il film puoi vederlo prima di partire per Roma. Certo, spero che ci siano persone in fila bene, davvero è un sito molto popolare.

La bocca della verità è vicino al Circo Massimo. Si percorre la via che porta questo nome, che a un certo punto diventa Via della Greca e lì si vede già la chiesa e la folla accalcata in attesa di entrare nel vecchio pezzo di marmo in attesa del proprio turno.

L'orario è dalle 9:6 alle XNUMX:XNUMX e L'ingresso è gratuito. In inverno le persone sono meno e gli orari sono divisi, dalle 10:12 alle 3:5 e dalle XNUMX:XNUMX alle XNUMX:XNUMX. È la stessa ora della chiesa, quindi non dimenticare di fare una passeggiata intorno alla chiesa per vedere tutti gli incantesimi di cui ti ho parlato prima.

Non vai in Italia? Allora forse puoi vedere una delle sue repliche: ce n'è una nei Giardini del Lussemburgo, a Parigi, un'altra nei Giardini Alta Vista, in California, e se visiti un casinò potresti trovarla nelle slot machine. Sì!

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*