La Cattedrale di Justo a Mejorada del Campo, bene di interesse culturale?

Dalla prima pietra posta nell'ottobre 1961 il giorno della Virgen del Pilar fino ai giorni nostri, il mondo è rimasto sbalordito da ogni pietra innalzata da Justo Gallego per costruire la sua imponente cattedrale realizzata con materiali di recupero. In costruzione stabile da più di mezzo secolo e senza piani, licenze edilizie o progetti tecnici, la Cattedrale di Justo ha sempre convissuto con il fantasma della demolizione.

La paura dei vicini e dei visitatori davanti al possibile addio del tempio il giorno in cui il suo costruttore non è presente ha generato le prime reazioni.

Tutti i gruppi politici presenti in plenaria del consiglio comunale della città hanno approvato una mozione presentata dal partito UPyD per la legalizzazione della cattedrale di Justo e la sua tutela come bene di interesse culturale. Da qui spetta all'amministrazione comunale raccogliere tutta la documentazione necessaria e predisporre le relazioni e i piani per avviare il fascicolo.

Al di là delle pratiche burocratiche e del riconoscimento come Bene di Interesse Culturale, Justo Gallego è chiaro che la cattedrale è molto più di un luogo di visita. EÈ un tempio di preghiera dedicato alla Virgen del Pilar ma prima deve essere terminato e ufficialmente autorizzato a celebrare la messa. 

Il sogno di un uomo

La storia di Justo Gallego è una storia di fede e impegno per realizzare un sogno. Nel 1925 nacque a Mejorada del Campo e, per le sue salde convinzioni religiose, decise di trascorrere la sua giovinezza nel monastero di Santa María de Huerta di Soria. La tubercolosi troncò i suoi piani e dovette abbandonarla per paura di un forte contagio.

Riuscì a superare la malattia qualche tempo dopo, ma iniziò a diventare depresso perché quell'episodio interruppe il suo desiderio di dedicarsi alla vita religiosa. Tuttavia, Dio aveva altri piani per lui. Il detto popolare dice che le vie del Signore sono inescrutabili e negli anni '60, Justo Gallego ha trovato un altro modo per dare un senso alla sua vita: costruire una cattedrale dedicata alla Virgen del Pilar nella sua città natale.

Ciò che sorprende della sua storia è che senza avere alcuna conoscenza di architettura o costruzione iniziò a costruire la sua cattedrale su un campo agricolo di sua proprietà. Ispirato in modo unico dalle grandi cattedrali che aveva visto in numerosi libri d'arte.

Vendeva i suoi averi per pagare le spese di acquisto dei materiali fino a quando non erano esauriti. Successivamente ha continuato ad utilizzare materiali di riciclo e con l'aiuto di privati ​​e aziende interessate al suo progetto.

Conoscere il tuo progetto

Attualmente la Cattedrale di Justo a Mejorada del Campo occupa un'area di 4.740 metri quadrati con misure incredibili: 50 metri di lunghezza e 20 di larghezza con un'altezza di 35 metri fino alle cupole. Ha anche due torri di 60 metri e tutti gli elementi caratteristici di una cattedrale cattolica: altare, chiostro, cripta, scala, vetrate, ecc.

Come se non bastasse, questo tempio è anche un esempio di impegno per l'ambiente poiché gran parte dei materiali utilizzati nella sua costruzione proviene da prodotti di recupero donati dalle imprese edili della zona.

Contrariamente a quanto molti credono, la cattedrale Mejorada del Campo è oggi un luogo privato, non pubblico. Justo però apre le porte perché chi è interessato al suo lavoro possa contemplarlo da vicino e, se lo desidera, può contribuire con piccole donazioni.

Cosa succederà dopo?

Al momento, la sopravvivenza della Cattedrale Mejorada del Campo dopo la morte del suo costruttore è un mistero nonostante il fatto che sembra che il consiglio comunale abbia messo in atto un piano per trasformarlo in un sito di interesse culturale.

In ogni caso, chi si è unito alla sua causa negli anni dice che dopo la morte di Justo, lotterà per realizzare il suo sogno. Da parte sua, Justo afferma di aver costruito la sua cattedrale per glorificare Dio e di sentirsi felice per ciò che ha già realizzato nella sua vita.

Dov'è la cattedrale Justo?

In Calle Antonio Gaudí s / n a Mejorada del Campo (Madrid). Da Madrid ci si arriva in macchina in circa mezz'ora. L'ingresso per visitarlo è gratuito ma si accettano donazioni per terminarlo. Gli orari sono dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00 e il sabato dalle 09:00 alle 16:00. Domenica e festivi chiuso.

Qualsiasi persona, credente o ateo, che sappia riconoscere lo sforzo e la tenacia di questo umile vecchietto si divertirà a contemplare questo incredibile progetto di enormi dimensioni che da più di mezzo secolo si trova a Mejorada del Campo sfidando il passare del tempo.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*