Masada, viaggio nella storia

Quando ero bambino c'era una serie TV molto popolare che si chiamava Masada, un dramma storico con star del momento come Peter O'Toole, Peter Strauss e Barbara Carrera. Fu allora che sentii per la prima volta il nome di Masada e la storia di questo fortezza nel deserto della Giudea in Israele.

Oggi le rovine, enormi e ancora maestose, formano il Parco Nazionale di Masada e sono Patrimonio mondiale, quindi se un giorno andrai a visitare Israele non puoi lasciarli fuori dal tuo percorso.

Masada

Le rovine comprendono palazzi e fortificazioni costruiti su una collina nel deserto della Giudea, vicino al Mar Morto, nell'attuale Israele. La serie televisiva a cui hai fatto riferimento sopra ci parla degli ultimi momenti della guerra tra ebrei e romani, nota alla storia come la grande rivolta ebraica. Il popolo ebraico si rifugiò quassù ei romani assediarono il luogo e lo assediarono duramente finché i detenuti non decisero di commettere un suicidio collettivo.

Masada è quindi un sinonimo del nazionalismo ebraico e della sua affermazione come popolo. Dal 1966 l'intera area è Parco Nazionale, dal 1983 fa parte della Riserva Naturale del Deserto della Giudea e dal 2001 è Patrimonio dell'Umanità secondo l'UNESCO.

Il terreno su cui sorge Masada fa parte di un giovane massiccio tettonico, senza molta erosione, di forma irregolare ma molto simile a una piramide senza punta. L'altopiano misura quindi circa 645 metri di lunghezza per 315 di larghezza, con una superficie totale di circa 9 ettari. Sul lato orientale ci sono scogliere alte 400 metri e sull'altro lato sono circa un centinaio di metri. Quindi gli accessi in cima sono difficili.

Nonostante siano stati ritrovati resti di antichi insediamenti, secondo lo storico Flavio Josefo la fortezza fu costruita dal re Asmoneo Alessandro Janneo e il ritrovamento di alcune monete e stucchi di quel periodo indicherebbe che l'idea non è sbagliata. Ma la storia che ci interessa di Masada è successiva e si verifica all'epoca della conquista della Giudea da parte di Pompeo.

Il re Erode, notoriamente, ospitò qui i membri della sua famiglia mentre si recava a Roma per richiedere rinforzi per controllare la regione. La fortezza resistette quindi a un pesante assedio dei Parti, e solo una pioggia miracolosa li salvò dal dover soccombere, poiché avevano esaurito l'acqua. Nel frattempo, a Roma, Erode vinse il sostegno che cercava e tornò come Re di Giudea ea poco a poco conquistò la regione, provocando infine la caduta di Gerusalemme.

Ma furono tempi travagliati: sostenuta da Marco Antonio Cleopatra VII espanse il suo regno, così Erode rafforzò Masada pensando che un giorno avrebbe avuto bisogno di un posto un po 'insormontabile. Sette decenni dopo la sua morte, il prima guerra ebraica-romana da quando la tensione era in crescendo. Un gruppo di ebrei radicali ha lavorato alla rivolta, altri si sono uniti e così alla fine un gruppo Copó Masada uccide la guarnigione romana di stanza lì.

Negli anni successivi la zona era un vulcano e Masada è stata identificata come un luogo particolarmente indisciplinato. Poi i romani si sono attivati ​​sulla questione e hanno deciso di uccidere i profughi ebrei lì circondandolo con molti campi militari. Il comandante pianificò tutto in dettaglio, concentrandosi sull'ingresso attraverso l'accesso al versante occidentale. Dopo aver tentato senza successo di sfondare i muri, ha deciso di costruire una rampa che dopo diverse settimane ha raggiunto i 100 metri di altezza.

dopo sette mesi di assedio La rampa fu completata e sulla sommità fu costruita una torre d'assedio rinforzata in ferro alta 30 metri. Da qui i romani sparavano e il montone che lo dava al muro funzionava. Dopo un po 'i romani si resero conto che gli ebrei ne avevano costruito uno più duro dietro il muro, così annullarono gli attacchi e bruciarono quella struttura.

Gli ebrei all'interno di Masada erano nei guai e decisero di uccidersi: gli uomini hanno ucciso la sua famiglia e poi ne hanno scelti dieci per uccidersi a vicenda. E così via finché non rimase un solo uomo che, restando solo, diede fuoco alla fortezza. Quando finalmente i romani entrarono, trovarono una tomba.

Ma quando è stata trovata Masada dagli archeologi? È stato all'inizio di XIX secolo, nel 1838 in particolare. Da allora la zona è diventata molto interessante e tutto è stato scavato e mappato. Un importante scavo archeologico ha avuto luogo negli anni '60.

Masada Tourism

Cosa è possibile vedere a Masada? El complesso occidentale È accessibile da Arad, tramite la strada 3199. Qui vedrete il ricostruzione di macchinari romani dal sito a Masada, il rampa romana la cui arrampicata prevede tra i 15 ei 20 minuti di salita, il antiche cisterne settentrionali scavato nella montagna e, per un prezzo a parte, puoi stare a dormire in tenda. c'è anche un spettacolo di luci e suoni di notte nell'anfiteatro.

Sull'altopiano di montagna sono i rovine del Palazzo Nord, ciò che resta del palazzo privato a tre livelli di Erode con un pavimento a mosaico e murales che sono stati ricostruiti, le rovine di l'unica sinagoga rimasta dell'epoca del Secondo Tempio, la stanza in cui sono stati trovati i nomi di tutti i sicari, il gruppo di maggioranza degli ebrei rinchiusi a Masada durante la rivolta, un chiesa bizantina costruito da monaci eremiti anche con pavimenti a mosaico, il Palazzo occidentale, enorme e risalente anche al tempo di Erode, il terme romane, le stanze del comandante con murales e il cisterna sud, enorme spazio sotto la montagna.

Accedendo dal Mar Morto, strada 90, si accede dall'ingresso est dove c'è un negozio di regali, una stazione di pronto soccorso, a ristorante e caffetteria.

Anche qui è il file Museo Masada Yigal Yadin, inaugurato nel 2007, che offre un'esperienza narrativa delle vicende intorno alla fortezza, regalandone un bene sfondo alla visita, il funivia che porta alla porta della Serpent Way, la più difficile, che ora può essere percorsa a piedi, con un'oretta di salita e mezza di discesa.

La visita è davvero meravigliosa. Potresti prenotare online l'ingresso al Parco Nazionale di Masada, tramite il sito ufficiale, selezionando la data.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*