Itinerario del Ferro in Andorra

Immagine | Fuga rurale

Uno dei percorsi più semplici per avviare i bambini all'escursionismo è la Ruta del Ferro in Andorra. È così accessibile che può essere consigliato a chiunque indipendentemente dall'età o dalle condizioni fisiche.

Il nome di questo percorso si riferisce all'importanza del commercio del ferro per il Principato di Andorra, in generale, e la parrocchia di Ordino, in particolare, durante il XVII e il XIX secolo. È, quindi, un percorso che ci svela il peso dell'attività metallurgica in questo territorio insieme ai bellissimi paesaggi andorrani.

La Via del Ferro

L'itinerario di Andorra è in realtà un percorso culturale e naturale che si estende ad altri luoghi dei Pirenei, come la Catalogna, l'Aquitania, l'Ariège, la Biscaglia e la Guipúzcoa. Grazie al suo interesse, al fatto che è adatta a tutti i pubblici e alla collaborazione tra paesi, nel 2004 la Ruta del Ferro ha ricevuto la Menzione d'Onore del Consiglio d'Europa.

Itinerario del Sentiero Ral

Affinché possiate fare il Ferro Route in famiglia, vi proponiamo il percorso del Ral Way, tra i paesi di La Cortinada e Llorts, che si fa facilmente, con pochissimi dislivelli e godendo di grandiviste dable.

La Ferrovia inizia accanto al parcheggio della miniera di Llorts, dove è possibile parcheggiare le auto. Proprio accanto al parcheggio si trovano sia la discesa che prenderemo a La Cortinada, sia la miniera.

Questa miniera una volta era molto importante per gli abitanti di questi villaggi di montagna. In estate, ai visitatori viene offerta la possibilità di fare una visita guidata all'interno della miniera e di scoprire la mostra permanente di sculture contemporanee chiamata Camino de los Trajinantes e la possibilità di percorrere il sentiero degli Uomini di Ferro.

Insieme alle miniere di Sedomet e Ransol, la miniera di Llorts alimentava le fucine della zona, sebbene quest'ultima fosse operativa solo per quattro anni a causa della piccola quantità di ferro trovata al suo interno.

Imboccando il sentiero antistante la miniera troveremo diversi punti contrassegnati da numeri che indicano i luoghi di interesse dell'itinerario.

Immagine | Pixabay

Punto 1: è una roccia metamorfica che è stata tradizionalmente utilizzata per costruire il tetto delle case in Andorra.

Punto 2: è una fonte naturale con una grande quantità di ferro sul fondo.

Punto 3: Siamo di fronte a una zona molto umida in cui abbondano muschi e altre piccole piante.

Punto 4: sulla sinistra c'è un sentiero che porta alle Bordas de Ensegur. Ai vecchi tempi la gente dei villaggi veniva qui d'estate con il bestiame per passare la stagione. È un sito con molte cabine e aree erbose. Inoltre, nella gola dell'Ensegur è possibile praticare il canyoning.

Punto 5: Da qui si può studiare perfettamente la vegetazione della zona

Punto 6: si trova poco più in basso, dove il percorso è protetto da muretti a secco detti muretti a secco che servivano ad impedire l'ingresso di bovini in transumanza.

Punto 7: Troviamo il ponte Les Moles, un incrocio tra la strada Tal e quella che va a Llorts. Dopo pochi metri di cammino vedremo un prato con le 7 sculture all'aperto degli Uomini di Ferro dell'artista francese Rachid Khimoune.

Punto 8: Il percorso ferroviario continua a scendere ea destra c'è il Puente del Vilaró, vicino a un'area di sosta. Poco dopo, la strada passa da una falchetta e dalla fucina di Vilaró, dove si ricavava il ferro per riduzione diretta del minerale estratto nelle miniere.

Punto 9: Dopo questo punto si prosegue con la discesa del vallone tra ampi prati e lasciando a sinistra diversi sentieri che salgono verso la valle dell'Ensegur. Possiamo già vedere le case degli Arans sullo sfondo a destra. Se continuiamo a camminare raggiungiamo il ponte di Arans.

Punto 10: Man mano che ci avviciniamo a La Cortinada, il fiume Valira del Nord si avvicina sempre di più. In questa zona l'acqua ha un colore rossastro a causa dell'alto contenuto di ferro dei terreni che trasporta. Seguendo il sentiero che passa dal mulino Mas de Soler, siamo arrivati ​​a La Cortinada.

Attraversando un ponte che conduce all'altra sponda del fiume, arriviamo alla segheria e mulino Cal Pal, due edifici risalenti al XVI e XVII secolo. L'Ufficio del Turismo offre visite guidate durante l'estate.

Punto 11: Attraversando la strada ci imbattiamo in uno dei simboli della valle di Ordino per la sua ricchezza artistica e culturale: la chiesa di Sant Martí de La Cortinada (1: 00h - 1.330 m). L'edificio è collegato alla Via del Ferro perché le sbarre dell'altare maggiore e le cappelle laterali sono realizzate con il ferro della zona.

Per il ritorno, devi annullare completamente e in circa un'ora sarai di nuovo alla miniera di Llorts.

Escursioni con i bambini

Suggerimenti per percorrere la Ferrovia

  • Scarica un'app per la sicurezza sul campo che consente agli escursionisti di inviare la loro posizione esatta alle squadre di soccorso in caso di emergenza.
  • Rispetta la natura: goditi la campagna e lasciala come l'hai trovata.
  • Bevi spesso piccole quantità. Razione d'acqua per tutta la durata del percorso.
  • Se raggiungi una sezione che consideri pericolosa o che è al di là delle tue possibilità, è preferibile tornare indietro.
  • Controlla le previsioni del tempo per il luogo, la data e gli orari di partenza.
Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*