Mongolia, turismo esotico

Guarda una mappa e trova la Mongolia su di essa. Da non confondere con il territorio cinese, ma è proprio lì, molto vicino. La Mongolia è un paese senza sbocco sul mare ma ci sono vicini molto potenti come Cina e Russia.

Hai sentito parlare di Gengis Khan? Ebbene, era un mongolo ed era il capo di un impero molto importante. In effetti, la Cina aveva imperatori mongoli. La sua storia politica è alquanto frenetica, ma dagli anni '20 del secolo scorso è un paese indipendente e se stai cercando destinazioni esotiche… Cosa ne pensi di questo?

Mongolia

È un paese enorme ma allo stesso tempo ha pochissimi abitanti per chilometro quadrato di superficie. Ancora oggi molti di loro sono nomadi e semi-nomadi e sebbene la maggioranza appartenga all'etnia mongola vi sono anche minoranze etniche.

I suoi paesaggi sono dominati dal Deserto del Gobi, praterie e steppe.  I suoi cavalli sono famosi, con loro Gengis Khan ha formato il suo impero ed è stato uno dei suoi nipoti a fondare la dinastia Yuan in Cina di cui parla Marco Polo nei suoi racconti di viaggio.

I Mongoli combatterono a lungo con i Manciù, un altro dei popoli che arrivò a dominare l'impero cinese, finché alla fine il territorio fu diviso in una repubblica indipendente e un territorio cinese chiamato oggi Mongolia Interna.

La sua capitale è Ulan Bator, città fredda se ci sono quando è inverno. Possono fare -45 ºC! Ovviamente, non andare in inverno a meno che tu non voglia sperimentare ciò che i prigionieri di Stalin devono aver vissuto nei loro drammatici esiliati ... L'economia della Mongolia si basa sulle sue risorse naturali, carbone, petrolio e rame fondamentalmente.

Come arrivare in Mongolia

L'aeroporto internazionale di Genghis Khan si trova a circa 18 chilometri a sud-ovest di Ulaanbaatar. Korean Air, Air China, Mongolian Airlines, Aeroflot o Turkish effettuano voli regolari, tra le altre compagnie, così Puoi arrivare con volo diretto da Germania, Giappone, Hong Kong, Turchia, Russia e Cina e con un collegamento dal resto del mondo.

Se anche tu sei avventuroso c'è il famoso treno Transiberiano, la più lunga del mondo. Da Pechino a San Pietroburgo sono quasi ottomila chilometri ed è il ramo Trans Mongol che va dal confine russo attraverso Ulaanbaatar fino al confine cinese. Che viaggio! 1.100 chilometri in totale che corrono all'interno della Mongolia. Fare il viaggio su questo treno è di per sé una grande esperienza, al di là della destinazione. È come il viaggio a Itaca.

Molti scelgono di fare il tour Mosca - Ulan Bator - Pechino. Tra Mosca e Ulaanbaatar sono cinque giorni e da Pechino a Ulaanbaatar sono di 36 ore. Ogni carrozza ha nove cabine con quattro letti e per un po 'più di soldi si ottengono cabine doppie. I biglietti si acquistano online dal sito www.eticket-ubtz.mn/mn e devono essere acquistati con un mese di anticipo.

Ma quando dovresti viaggiare in Mongolia? Come abbiamo detto l'inverno è molto rigido. Il tempo qui è estremo ma il sole splende sempre e questo è terribilmente bello. La Mongolia gode di più di 200 giorni di sole, quindi i suoi cieli rimangono blu quasi tutto l'anno. Una bellezza. Comunque la stagione turistica va da maggio a settembre anche se devi tenere presente che il clima varia a seconda della parte del paese. Piove molto da luglio ad agosto, Si Certamente.

Un ottimo periodo per andare in Mongolia è a metà luglio. Ci sono molte persone ma ne vale la pena perché è quando il Festival nazionale del Naadam di cui parleremo più avanti. Infine, hai bisogno di un visto? Alcuni paesi non lo fanno, ma non sono la maggioranza. Comunque il visto viene elaborato in ambasciate e consolati E se non ce n'è uno nel tuo paese, puoi richiederne uno in un paese vicino al tuo che lo possiede o ottenerlo all'arrivo, ma è complicato dalla lingua.

Il visto turistico è di 30 giorni e una volta ricevuto, è valido per essere utilizzato entro i prossimi tre mesi per essere rilasciato. Nelle procedure chiedono una lettera d'invito quindi se fai un tour organizzato chiedi all'agenzia. Fino alla fine del 2015 alcuni paesi erano esenti dal visto ma era per promuovere il turismo (la Spagna era su quella lista), ma presumibilmente la promozione è già terminata quindi conferma prima di partire.

Cosa vedere in Mongolia

Guardando la Mongolia su una mappa possiamo dividerla in diverse regioni in base ai punti cardinali. La capitale si trova in zona centrale e sarà sicuramente la tua porta di accesso quindi ecco un elenco di cosa vedere a Ulan Bator:

  • Piazza Sukhbaatar. È la piazza principale e ha al centro la statua di questo ragazzo, un patriota molto famoso. Intorno c'è il Balletto e il Teatro dell'Opera, il Palazzo della Cultura e il Parlamento, per esempio.
  • Monastero di Gandan. Ha occupato il suo posto dal 1838 ma prima era nel cuore della capitale. Da allora è cresciuto molto e oggi ospita circa 5 monaci buddisti. Il buddismo ha sofferto sotto il comunismo e cinque templi del monastero in questione sono stati distrutti. Con la caduta dell'Unione Sovietica, tutto si è rilassato, il monastero è stato restaurato e oggi ha molta vita. Ha un Buddha alto 40 metri.
  • Museo di storia nazionale. È il modo migliore per immergersi nella storia del paese dall'età della pietra al XNUMX ° secolo.
  • Museo Nazionale di Storia Naturale. Lo stesso, ma per conoscere a fondo la flora, la fauna e la geografia di questa terra lontana. Gli scheletri di dinosauro non mancano,
  • Museo del Palazzo Bogd Khan. Fortunatamente i sovietici non l'hanno distrutta nella purga distruttiva che hanno guidato negli anni '30. Questo era il Bogd Khan Winter Palace e oggi è un museo. L'edificio risale al XIX secolo e Bogd Khan è stato l'ultimo re e Buddha vivente. Ci sono sei bellissimi templi nei suoi giardini.

Insomma, questo è quello che offre la città, ma in periferia si possono conoscere tra le altre destinazioni le seguenti:

  • Parco nazionale della montagna di Bogd Khan. Si trova a sud della capitale ed è in realtà un complesso montuoso con disegni rupestri e una varietà di flora e fauna. All'interno si trova un antico monastero del XVIII secolo con circa 20 templi e splendide viste sulla valle.
  • Parco nazionale di Gorkhi-Terelj. Si trova a 80 chilometri dalla città e offre molto turismo all'aria aperta come trekking, equitazione, mountain bike e altro ancora. È una bellissima valle con formazioni rocciose dalla forma strana, cime ricoperte di pini e prati verdi tempestati di fiori selvatici.
  • Riserva naturale di Gun Galuut. Il posto migliore se ti piacciono gli animali, i laghi, le montagne, i fiumi e persino le paludi. Tutto nella stessa prenotazione.
  • Riserva Naturale di Khustai. Dista 95 chilometri dalla capitale e qui vivono gli ultimi cavalli selvaggi del mondo. Sono conosciuti con il nome di cavalli Przewalski, dall'esploratore polacco che li vide nel 1878, e dopo essere stati quasi estinti oggi sono una specie protetta.

In questo primo articolo sulla Mongolia ci concentriamo sul fornirti informazioni sul paese, su come arrivarci, cosa ti serve per entrare e sui luoghi più turistici della capitale e dei suoi dintorni. Ma come abbiamo detto, la Mongolia è enorme, quindi continueremo a scoprirla insieme.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1.   santiago suddetto

    Ciao Mariela, come stai? Innanzitutto grazie per la nota e per i dati che pubblichi. Ho in programma il prossimo anno di fare il trans-cyberiano dalla Russia a Pechino (Mosca appunto) e vorrei restare qualche giorno in Mongolia. Ma quello che mi interessa in Mongolia è il turismo rurale, lontano dalla città. Hai altre informazioni in merito? Come poter campeggiare in quelle famose tende, o cose del genere.
    Grazie in anticipo per il vostro aiuto. Ho già annotato le date convenienti per viaggiare e la lettera di raccomandazione per poter inserire, dati chiave.
    Saluti dall'Argentina.
    Santiago