Samarcanda

Samarcanda è una delle principali città di Uzbekistan, uno dei paesi nati dopo la caduta del Unione Sovietica. Tuttavia, la sua storia risale a molti secoli fa, in particolare a VII a.C..

Dichiarato Patrimonio, Samarcanda ci fa pensare a scenari di 'Notti arabe' per la sua esuberante immagine asiatica. Ma soprattutto perché era la capitale del mitico impero di Tamerlano, l'ultimo grande conquistatore mongolo, un territorio che si estendeva da India in Turchia. E anche perché era uno dei luoghi di passaggio dei non meno leggendari Via della seta, che collegava la Cina con l'Europa meridionale. Se vuoi saperne di più su Samarcanda, ti invitiamo a seguirci.

Cosa vedere a Samarcanda

Con circa mezzo milione di abitanti oggi, tutto a Samarcanda ci ricorda il suo glorioso passato. Moschee di straordinaria bellezza, mausolei impressionanti e curiosità come l'Osservatorio di Ulugh Beg sono alcune delle cose che puoi vedere in città. Conosciamoli.

Registan

Questo è il nome dato alla grande spianata attorno alla quale fu costruita Samarcanda. Vi venivano proclamati i re, ma la cosa più bella sono le tre madrase che la incorniciano. Come forse saprai, le scuole in cui viene insegnato l'Islam oltre a servire come luoghi di culto hanno questo nome.

Quelli che puoi vedere in Registan sono i Ulugh Beg madrasa, costruito nel XV secolo; il di Sherdar, una replica del precedente del XVII secolo e il di Tilla-Kari. Costruiti con tutti i lussi, sono un perfetto esempio di architettura islamica.

Moschea di Bibi Khanum

Moschea di Bibi Khanum

Moschea Bibi Khanum, una delle più spettacolari di Samarcanda

Tuttavia, uno dei monumenti più spettacolari per la sua bellezza e imponenza è la moschea Bibi Khanum, delle cui dimensioni ti farai un'idea se ti diciamo che la porta principale misura trentacinque metri. Aveva anche quattro minareti e un ampio cortile centrale incorniciato da quattrocento colonne di marmo bianco rifinite da cupole.

Come se tutto questo non bastasse, c'è un bellissimo leggenda che ha a che fare con la sua costruzione. Questo dice che è stato costruito per ordine di Bibi Khanum, moglie di Tamerlano. Nel processo, l'architetto si innamorò di lei e interruppe i lavori finché lei non lo baciò. A quanto pare, il bacio ha lasciato il segno sulla moglie dell'imperatore, che gli ha fatto scoprire cosa fosse successo. Ha cercato l'architetto in tutte le sue terre per ucciderlo, ma era già morto, sebbene avesse precedentemente terminato la moschea. Proprio accanto a lei c'è il Mausoleo di Bibi Khanum.

Mausoleo di Gur-e-Amir

Tuttavia, il mausoleo più spettacolare di Samarcanda è quello di Gur-e-Amir, che letteralmente significa "Tomba del re". Ed è che in lui è sepolto Tamerlano. È di forma ottagonale ma è coronato da un'enorme cupola. È molto ben conservato e si dice che sia servito da modello per altre grandi tombe come il Taj Mahal di Agra.

La necropoli di Shan-i-Zinda

Si tratta di un imponente complesso funerario formato da santuari y una ventina di mausolei in cui furono sepolti alcuni dei personaggi più importanti della dinastia timuride, iniziata dallo stesso Tamerlano. Si dice persino che sia sepolto lì Qusam ibn Abbas, cugino del profeta Maometto che portò l'Islam in questi territori.

L'Osservatorio di Ulugh Beg

Ti abbiamo già menzionato questo personaggio prima. Era il nipote di Tamerlano e, oltre ad essere il sovrano della zona, era un grande astronomo. Tanto che la sua fama raggiunse anche l'Europa. Intorno al 1420 ordinò la costruzione di un grande osservatorio che comprendeva a enorme sestante tre piani di altezza per ottenere la posizione più esatta delle stelle.

Il mausoleo di Gur-e-Amir

Mausoleo di Gur-e-Amir

Sebbene questo osservatorio sia stato distrutto nel 1449, i suoi resti furono portati alla luce all'inizio del XX secolo e oggi è un museo dove si può anche vedere il famoso sestante.

Il sito archeologico di Afrasiab

Afrasiab era la città precursore di Samarcanda. Fondata, come vi abbiamo già detto, nel VII secolo a.C., prese il nome in onore del re che la costruì. Si trova a nord-est di Samarcanda ei resti trovati in questo sito si trovano nel Museo Afrasiab.

Tra loro, ce ne sono alcuni curiosi come i pezzi degli scacchi più antichi del mondo e vari dipinti murali. Ospita anche il presunta tomba del profeta Daniele, un immenso sarcofago che misura diciotto metri. È così grande perché, secondo la leggenda, il suo occupante cresce di un pollice ogni anno.

Siyob Bazaar

Un'altra delle visite che devi fare a Samarcanda è quella dei suoi bazar. Il più grande è quello di Siyob, che è molto vicino alla moschea Bibi Khanum. È un luogo perfetto per provare i prodotti tipici della zona come i datteri, le noci o le cosiddette pane di samarcanda. Puoi anche assaporare piatti come il plov, un riso preparato con carne, spezie, uova di quaglia, ceci, uvetta e carote; il shaslik, una specie di spiedini di carne o il gomme, polpette di verdure e altri condimenti.

Qual è il periodo migliore per viaggiare a Samarcanda

La città dell'Uzbekistan presenta a Clima mediterraneo. Gli inverni sono freddi e le estati molto calde, con giornate che possono superare i quaranta gradi di temperatura. Da parte sua, le precipitazioni sono scarse. Tutto questo ci fa consigliare di recarsi a Samarcanda in primavera. Il clima è piacevole e non c'è tanto turismo come in estate.

Come arrivare a Samarcanda

La città ha un aeroporto internazionale. Tuttavia, riceve solo voli da paesi vicini come Russia o Turchia. Pertanto, il modo migliore per arrivare a Samarcanda è la ferrovia. Da Tashkent, la capitale dell'Uzbekistan, c'è una linea ad alta velocità conosciuta come Afrosoiyob.

L'Osservatorio di Ulugh Beg

Osservatorio di Ulugh Beg

Puoi anche fare il percorso in autobus, ma ci vogliono circa sei ore, quindi non lo consigliamo. Una volta in città, il modo più comune per spostarsi è il taxi collettivi. Sono abbastanza economici anche se hanno lo svantaggio di non avviarsi finché non sono pieni. Un'altra opzione sono le chiamate matrushka, furgoni che trasportano fino a quindici persone e che sono più economici ma anche più lenti.

In conclusione, Samarcanda è un bellissima destinazione per viaggiare. Dichiarato patrimonio dell'umanità, le sue grandi moschee e mausolei, i suoi bazar e il suo inconfondibile aroma orientale ti trasporteranno nell'esuberante mondo delle "Mille e una notte".

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*