Balli tipici della regione caraibica

I balli tipici della regione caraibica affondano le loro radici nel passato. Chiamiamo questo un vasto territorio che comprende diverse nazioni bagnate dagli stessi Mar dei Caraibi e anche le isole che sono circondate da questa parte dell'Oceano Atlantico. Tra i primi ci sono Messico, Colombia, Nicaragua o Panama, mentre per quanto riguarda quest'ultimo, possiamo citare le nazioni come Cuba (se vuoi saperne di più sulle usanze di questo paese, clicca qui), Repubblica Dominicana o Giamaica.

Pertanto, i balli tipici della regione caraibica sono quelli che si praticano in quel vasto territorio. Attualmente sono il risultato della sintesi di tre influenze: il nativo, lo spagnolo e l'africano, quest'ultimo portato lì da coloro che avevano come destinazione la schiavitù. In effetti, molti di questi balli furono messi in scena alla fine dei duri giorni di lavoro sia degli schiavi che dei lavoratori liberi. Ma, senza ulteriori indugi, vi parleremo di questi ritmi.

Danze tipiche della regione caraibica: una grande varietà

La prima cosa che spicca in questi balli è il gran numero di loro che esistono. Ad esempio, il cosiddetto sono in nero, originario dell'isola di Santa Lucia; il puja Colombiano, il sestetto o sono palenquero o il piccolo tamburo, nato a Panama. Ma, vista l'impossibilità di fermarci a tutti questi balli, vi parleremo di quelli più gettonati.

Salsa, la danza caraibica per eccellenza

salsa

Salsa, il ballo tipico della regione caraibica per eccellenza

È interessante notare che la danza caraibica più tipica è diventata popolare nel NY dagli anni Sessanta del secolo scorso. Fu allora che i musicisti portoricani guidati dal dominicano Johnny pacheco lo ha reso famoso.

Tuttavia, le sue origini risalgono ai paesi caraibici e in particolare a Cuba. In effetti, sia il suo ritmo che la sua melodia sono basati sulla musica tradizionale di quel paese. In particolare, il suo modello ritmico proviene da sono cubani e il melodico è stato preso da figlio Montuno.

Molti dei suoi strumenti sono anche cubani. Per esempio, il bongo, le pailas, il güiro o il campanaccio che sono completati da altri come il pianoforte, le trombe e il contrabbasso. Infine, la sua armonia proviene dalla musica europea.

Merengue, contributo dominicano

Meringa

Meringa dominicana

Il merengue è la danza più popolare in Repubblica Dominicana. È arrivato anche a Stati Uniti  secolo scorso, ma le sue origini risalgono all'Ottocento e non sono chiare. Tanto che ci sono diverse leggende al riguardo.

Uno dei più noti dice che un grande eroe nativo è stato ferito a una gamba combattendo contro gli spagnoli. Al ritorno al suo villaggio, i suoi vicini hanno deciso di dargli una festa. E poiché hanno visto che zoppicava, scelsero di imitarlo mentre ballava. Il risultato è stato che trascinavano le gambe e muovevano i fianchi, due tratti tipici della coreografia della meringa.

Che sia vero o no, è una bella storia. Ma il fatto è che questa danza è diventata una delle più apprezzate al mondo, al punto che è stata dichiarata Patrimonio culturale immateriale dell'umanità dall'UNESCO.

Forse più reale è la tradizione che attribuisce le sue origini ai contadini della regione di Il Cibao che avrebbero venduto i loro prodotti alle città. Stavano in alloggi e uno di loro si chiamava Perico Ripao. Era lì che si divertivano eseguendo questa danza. Quindi è stato chiamato in quel momento e in zona precisamente Perico Ripao.

Per quanto riguarda la sua musica, si basa su tre strumenti: la fisarmonica, la güira e il tamburo. Infine, è anche curioso che il principale responsabile del miglioramento e dello sviluppo della meringa fosse il dittatore. Rafael Leonidas Trujillo, tutti fan di questo sono coloro che hanno creato scuole e orchestre per promuoverlo.

Il mambo e la sua origine africana

Mambo

Artisti di Mambo

Tra i balli tipici della regione caraibica, questo è stato sviluppato in Cuba. Tuttavia, la sua origine è attribuita agli schiavi africani che arrivarono sull'isola. In ogni caso, la versione moderna di questa danza è dovuta al Orchestra Arcaño negli anni Trenta del secolo scorso.

Prendendo il Danzón cubano, lo accelerò e introdusse una sincope alle percussioni aggiungendo elementi del genere montano. Tuttavia, sarebbe il messicano Damaso Pérez Prado chi avrebbe reso popolare il mambo in tutto il mondo. Lo ha fatto espandendo il numero di musicisti nell'orchestra e aggiungendo elementi tipici del jazz nordamericano come trombe, sassofoni e contrabbasso.

Caratteristico anche reso peculiare contrappunto che faceva muovere il corpo al suo ritmo. Già negli anni Cinquanta del XX secolo, diversi musicisti trasferirono il mambo a NY rendendolo un vero fenomeno internazionale.

Il cha-cha

Cha Cha Cha

Ballerini cha-cha

Nato anche a CubaLa sua origine è proprio da ricercare in un effetto mambo. C'erano ballerini che non si sentivano a proprio agio con il ritmo frenetico del ballo trasmesso da Pérez Prado. Così hanno cercato qualcosa di più calmo e così è nato nel cha-cha con il suo tempo più calmo e le melodie orecchiabili.

Nello specifico, la sua creazione è attribuita al famoso violinista e compositore Enrique Jorrín, che ha anche promosso l'importanza dei testi eseguiti dall'intera orchestra o da un cantante solista.

Secondo gli esperti, questa musica combina le radici del Danzón cubano e il suo mambo, ma ne altera la concezione melodica e ritmica. Inoltre, introduce elementi di schottische da Madrid. Per quanto riguarda il ballo stesso, si dice che sia stato creato dal gruppo che lo ha coreografato al club Silver Star dell'Avana. I suoi passi producevano un suono a terra che sembrava tre colpi consecutivi. E usando un'onomatopea, hanno battezzato il genere come "Cha Cha Cha".

Cumbia, patrimonio africano

Cumbia danzante

Cumbia

A differenza della precedente, la cumbia è considerata erede del danze africane che ha portato in America coloro che sono stati trasportati come schiavi. Tuttavia, ha anche elementi nativi e spagnoli.

Sebbene oggi si balli in tutto il mondo e si parli di cumbia argentina, cilena, messicana e persino costaricana, le origini di questa danza vanno ricercate nei territori di Colombia e Panama.

Come risultato della sintesi di cui parlavamo, i tamburi provengono dal loro substrato africano, mentre altri strumenti come le maracas, i pitos e la tempera sono originari dell'America. L'abbigliamento indossato dai ballerini deriva invece dall'antico tipo di guardaroba spagnolo.

Ma quello che ci interessa di più in questo articolo, che è la danza in quanto tale, ha radici genuinamente africane. Presenta sensualità e una coreografia tipica delle danze che ancora oggi si possono trovare nel cuore di Africa.

la bachata

Ballare la bachata

Bachata

È anche una vera danza domenicano ma esteso a tutto il mondo. Ha avuto origine negli anni Sessanta del Novecento dal bolero ritmico, sebbene presenti anche influenze da merengue e sono cubani.

Inoltre per la bachata sono stati sostituiti alcuni strumenti tipici di quei ritmi. Ad esempio, le maracas del bolero sono state sostituite da la guira, anch'essi appartenenti alla famiglia delle percussioni, e furono introdotti chitarre.

Come è successo con tanti altri balli, la bachata era considerata ai suoi inizi come una danza delle classi più umili. Allora era conosciuto come "Musica amara", che faceva riferimento alla malinconia che si rifletteva nei loro temi. Era già negli anni Ottanta del Novecento quando il genere si diffuse a livello internazionale fino a essere classificato dall'UNESCO Patrimonio immateriale dell'umanità.

D'altra parte, nel corso della sua storia, la bachata si è divisa in due sottogeneri. Il tecnoamargue era uno di loro. Ha combinato le caratteristiche di questa danza con la musica creata da strumenti elettronici mentre si fondeva con altri generi come jazz o rock. Il suo miglior interprete è stato Sonia Silvestre.

Il secondo sottogenere è il cosiddetto bachata rosa, che ha guadagnato molta più popolarità in tutto il mondo. Ci basta dirvi che le sue grandi figure lo sono Victor Victor e soprattutto Juan Luis Guerra in modo che tu te ne renda conto. In questo caso, è combinato con il file ballata romantica.

Per quanto riguarda il genere attuale, il suo massimo esponente è il cantante americano di origine dominicana Romeo Santos, prima con il tuo gruppo, Aventurae ora da solo.

Altri balli tipici della regione caraibica meno frequentata

Mapale

Interpreti Mapalé

I balli che vi abbiamo raccontato finora sono tipici dei Caraibi, ma hanno trasceso il suo territorio per diventare famosi in tutto il mondo. Tuttavia, ci sono altri balli che non hanno avuto altrettanto successo all'estero, ma sono enormemente popolari nell'area caraibica.

Questo è il caso spinello, le cui origini si trovano nel territorio di Colombia prima dell'arrivo degli spagnoli. Combina influenze di suonatori di cornamusa nativi con ritmi africani e ha una chiara componente seducente. Attualmente è un ballo liscio che ha un ritmo cadenzato e festoso. Per ballarlo, di solito prendono costumi tipici colombiani. Appartiene anche a questo tipo di danza il fandango, che non ha nulla a che fare con il suo omonimo spagnolo. Originario della città boliviana di Sucre, diffuso rapidamente a Colombiano Urabá. È un felice corrido in cui, curiosamente, le donne portano candele per rifiutare il flirt degli uomini.

Le radici africane più chiare hanno il mapalé. In questa danza, sono i tamburi e il chiamante che stabiliscono il ritmo. Le sue origini avevano a che fare con il lavoro, ma oggi ha un innegabile tono festoso. È una danza energica e vibrante, piena di esotismo.

Infine, te ne parleremo bullrengue. Come altri balli tipici della regione caraibica, include danza, canto e interpretazione melodica. Quest'ultimo viene eseguito solo con i tamburi e con i palmi delle mani. Da parte sua, la canzone è sempre eseguita da donne e la danza può essere eseguita sia da coppie che da gruppi.

In conclusione, vi abbiamo parlato di alcuni dei balli più popolari nei Caraibi. I primi che ti abbiamo menzionato hanno raggiunto fama e popolarità internazionali. Da parte loro, questi ultimi sono altrettanto conosciuti nel territorio in cui vengono eseguiti, ma meno nel resto del mondo. In ogni caso, ce ne sono molti altri balli tipici della regione caraibica. Tra questi, citeremo di sfuggita il file farotas, la scarabocchiare, portato in America dagli spagnoli o dal Lo saprò, lo so.

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*