Le piazze più grandi della Spagna

Piazza del Foro

Quando si parla di piazze più grandi della Spagna, la nostra prima tentazione è stata quella di farlo dalle numerose piazze principali che popolano il nostro paese. Tuttavia, faremmo un errore perché non sono i più grandi.

In effetti, la Spagna ne ha alcuni meravigliose piazze principali ricco di monumenti e di storia. Sono tutti molto carini, anche se dobbiamo metterti in evidenza l'ineguagliabile di Salamanca o il non meno bello di Madrid. Allo stesso modo, potremmo parlarvi di altri più umili, ma ugualmente preziosi, come Chinchón o di Almagro. Tuttavia, vogliamo parlarti delle piazze più grandi della Spagna e nessuna di queste sarebbe tra queste. Sono quelli che ti mostreremo.

Piazza del Foro (Barcellona)

Veduta della piazza del Foro

Piazza del Foro, a Barcellona

Forse non dovremmo nemmeno includere questo spazio pubblico nel nostro tour, poiché è anche chiamato Parco del Foro. Non è un caso, dato che ha circa 160 metri quadrati e collega Barcellona con San Adrián del Besós.

È stato creato nel 2004 con un design di Elia Torres y José Antonio Martínez come sede per Forum Universale delle Culture che si tenne quell'anno nella città catalana, da cui il nome. E anche quella del suo edificio più emblematico: il Foro, opera di Jacques Herzog y Pierre de Meuron, che oggi ospita il Museo di Scienze Naturali di Barcellona.

L'area principale dello spazio è dominata da un enorme pannello fotovoltaico, alcuni pergolati chiamati Los Pajaritos, una foresta di colonne e diversi spazi scenografici per ospitare spettacoli. Ma, in aggiunta, ha altre due sedi più piccole: il parco Campo de la Bota e gli Auditorium.

Piazza Colon (Madrid)

Piazza Colombo

Veduta di Plaza de Colón, a Madrid, una delle più belle tra le piazze più grandi della Spagna

Più piccola della precedente, ma altrettanto spettacolare è questa piazza di Madrid con i suoi 37 metri quadrati. Si trova alla confluenza delle vie Goya e Génova e dei Paseos de la Castellana e Recoletos.

Prende il nome dai giardini e dal monumento a Cristoforo Colombo che lo dominano. Questa risponde allo stile neogotico e fu eretta alla fine del XIX secolo. Si distingue per la sua altezza totale di diciassette metri, anche se la statua stessa, opera di Jeronimo Sunol in marmo bianco, misura tre.

Quanto a quelli citati Discovery Gardens, sotto di loro si trova il Fernán Gómez Theatre Art Center, l'ex Centro Culturale della Villa de Madrid. Già sulla sua superficie si può vedere un altro monumento, quello dedicato proprio alla scoperta dell'America, opera di Joaquin Vaquero Turcios. E anche la bandiera spagnola più grande del mondo, con una superficie di 294 mq innalzata su una cinquantina asta.

Infine, alla confluenza della piazza con via Genova si trovano le Torri di Colombo e, ai suoi piedi, su un'isola, la scultura Donna con specchio, del colombiano Fernando Botero.

Piazza di Spagna (Madrid)

Piazza di Spagna, a Madrid

Piazza di Spagna, a Madrid

Non lasciamo la capitale del nostro paese per mostrarvi un'altra delle piazze più grandi della Spagna che raggiunge quasi la precedente, poiché misura 36 metri quadrati. Vi convergono le strade Gran Vía, Princesa, Bailén, Ferraz, Leganitos e Cuesta de San Vicente.

È circondato da diversi edifici emblematici della città. È il caso del Torre di Madrid, che, con i suoi centoquarantadue metri di altezza, è stato uno dei primi grattacieli della capitale, sin dalla sua costruzione nel 1960. E anche l'imponente Spagna edificio, che si trova alla fine della Gran Vía.

Ma meno funzionale di questi e onestamente più bello è il Casa Gallardo, un gioiello del modernismo di Federico Arias Re completata nel 1914. E non bisogna dimenticare la costruzione del Compagnia mineraria reale delle Asturie, altra bellezza di monumentale alfonsine o stile eclettico di fine 'XNUMX. Infine, un monumento a Miguel de Cervantes domina la Plaza de España dal suo centro. Era opera di Rafael Martinez Zapatero e Lorenzo Coullaut Valera e rappresenta lo scrittore seduto con Don Chisciotte e Sancio che cavalca sotto la sua figura.

Piazza di Spagna (Barcellona)

Piazza di Spagna, a Barcellona

La Piazza di Spagna a Barcellona

Continuiamo il nostro giro delle piazze più grandi della Spagna in quella omonima della precedente situata a Barcellona. Con 34 metri quadrati, è un po' più piccolo, ma non per questo meno bello. È stato progettato dagli architetti Josep Puig e Cadafalch y Guillem Busquets, anche se sarebbe la persona incaricata di finirlo Antoni Darder.

È stato costruito per il 1929 International Dog Show come accesso al Montjuic, sede principale di quella mostra. Infatti si conservano ancora monumenti dell'epoca, come il Villaggio spagnolo o la vecchia arena, gioiello neo-mudéjar Fonte di Augusto oggi trasformato in un centro commerciale, il Torri Veneziane de Ramon Raventos o il padiglione tedesco, una meraviglia dell'architettura moderna grazie a Mies van der Rohe.

Allo stesso modo, al centro della piazza si trova una fontana monumentale realizzata da José Maria Jujol e decorato da scultori Michele Blay y Miquel e Lucia Osle. Con tratti classicisti, rappresenta un'allegoria della geografia e della storia della Spagna con la rappresentazione dei suoi mari, fiumi e alcuni personaggi illustri come Santa Teresa di Gesù, Isabella la Cattolica o Jaime I d'Aragona.

Plaza de Oriente (Madrid), molto più di una delle piazze più grandi della Spagna

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale, in Plaza de Oriente

Situato nel cuore della capitale spagnola, dispone di circa 32 mq. La sua forma è rettangolare con testiera curva ed è stata disegnata da Narciso Pasquale e Colomer nel 1844. Inoltre, forse è il più monumentale di tutto ciò che ti abbiamo mostrato finora.

Perché nella sua parte occidentale è delimitata dall'imponente Palazzo Reale, costruito per ordine di Filippo V nel XNUMX° secolo sui resti dell'antico Alcázar. Allo stesso modo, ad est è incorniciato dal Teatro reale, il Colosseo di Madrid per l'opera inaugurata nel 1850 e, a nord, il Monastero Reale dell'Incarnazione, fondata dalla regina Margherita d'Austria, moglie di Filippo II, nel XVII secolo.

Ma, in aggiunta, la Plaza de Oriente si distingue per i suoi splendidi giardini. Per non parlare di quelli creati da Francesco Sabati, che non appartengono alla piazza ma al palazzo, vi consigliamo di vedere il giardini centrali, di fattura barocca, quelli di Lepanto y quelli di Cabo Noval, tutti con i rispettivi insiemi scultorei.

Tra questi spicca il monumento a Filippo IV realizzato da Pietro tacca, ma anche le statue dei re spagnoli, che vanno dal periodo visigoto a Ferdinando I di Leon. Allo stesso modo, nei giardini di Cabo Noval puoi vedere un monumento a questo soldato creato da Mariano benlliure e in quelle di Lepanto un'altra al capitano Melgar, opera di Giulio Gonzalez Pola.

Piazza di Spagna (Siviglia)

Plaza de España a Siviglia

Plaza de España a Siviglia

Questa imponente piazza creata per il Mostra Iberoamericana del 1929. Si trova nel parco di Siviglia di María Luisa ed è dovuto all'architetto Annibale Gonzalez, che ha realizzato uno spazio semiellittico di 31 mq incorniciato da uno spettacolare edificio di circa centosettanta metri.

Questa forma simboleggia l'abbraccio della Spagna alle nazioni iberoamericane. Si apre anche al fiume Guadalquivir come percorso per raggiungere il Nuovo Continente. È inoltre incorniciato da un piccolo fiume di mezzo chilometro attraversato da quattro ponti.

Per quanto riguarda la costruzione principale, risponde allo stile classicista di villa palladiana. La sua facciata ha una spettacolare decorazione in ceramica e gallerie sostenute da archi. Questi ultimi hanno anche soffitti finemente decorati con soffitti a cassettoni in legno. Infine, alle estremità dell'edificio si ergono due spettacolari torri barocche alte settantaquattro metri, sebbene abbia anche due porte, quella di Navarra e quella di Aragona.

La piazza presenta invece una fontana centrale, opera di Vincenzo Traver e quarantotto banche che rappresentano le quarantasei province peninsulari e gli arcipelaghi delle Canarie e delle Baleari. Sono disposti in ordine alfabetico e su ogni banco compare il suo stemma, la sua mappa e una piastrella pisana con qualche evento rilevante della sua storia.

Plaza Mayor di Medina del Campo

Plaza Mayor di Medina del Campo

Chiesa Collegiata di San Antolín, nella Plaza Mayor di Medina del Campo

Se parliamo di dimensioni, non sarebbe per questo a Medina del Campo ad occupare questo posto tra le piazze più grandi della Spagna. Ma vogliamo includerlo perché è il più grande tra i più grandi del nostro paese, con una superficie di 14 metri quadrati e superando, ad esempio, quelli di Salamanca o Madrid.

È nota per Plaza Mayor ispanica. E nulla deve invidiare i precedenti in termini di valore monumentale. Perché è incorniciato da costruzioni come la Ayuntamiento e Case di Arcos e Peso, tutti del XNUMX° secolo. Ma anche il Palazzo Reale, The conventi di San José e Santa María Magdalena o alla Collegiata di San Antolin.

A titolo di curiosità, ti diremo che i suoi diversi marciapiedi portano nomi come il Puledro, le Spezie, i Gioielli o l'Armeria a seconda delle corporazioni che vi si stabilirono per vendere i loro oggetti. Ed è che la sua origine risale al XIII secolo, anche se la forma attuale è successiva. In ogni caso, la Plaza Mayor di Medina del Campo è una delle più antiche del nostro paese.

In conclusione, vi abbiamo mostrato il piazze più grandi della Spagna. Inevitabilmente, abbiamo lasciato altri simili la Colonna di Saragozza, con i suoi 24 mq, il Castello di Pamplona con 14 o il tuo Piazza principale di Madrid, con più di 12. Non pensi che questi posti siano meravigliosi quanto impressionanti?

Vuoi prenotare una guida?

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*